Controllo utente in corso...

prove polarizzazione e polarità: relazioni dettagliate su esperienze:miscibilità delle varie sostanze polari e apolari,diversa forma di sostanze polari e nn polari,comportamento di sostanze polari e apolari con bacchetta di polimero elettrizzata (3 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da fede86xxx

Federica Fecchio 3tb RELAZIONE PRIMA ESPERIENZA: SCOPO: Verificare la miscibilità delle varie sostanze polari e apolari. PRIMA PARTE: MATERIALE: 12 provette e 4 pipette (una diversa per sostanza) REATTIVI: alcool denaturato, tetracloruro di carbonio (CCl4) ed esano (C6H14) METODICA: Inserire nelle 12 provette con le pipette tutte le diverse combinazioni tra H2O, alcool, tetracloruro di carbonio ed esano in modo che ci siano tutte le coppie di reattivi. Agitare in modo che i due reattivi si mescolino. Attendere e osservare se le sostanze si dividono ancora SECONDA PARTE: MATERIALE: 12 provette, 3 pipette e 4 spatole REATTIVI: Alcool denaturato, tetracloruro di carbonio, zucchero, cloruro di sodio (NaCl), naftalina e paratobenzene. METODICA: Inserire ogni solvente (tra H2O, alcool e tetracloruro di carbonio) in 4 provette Inserire nei solventi i soluti in modo che nelle provette ci siano tutte le combinazioni. Agitare e osservare se le sostanze si sciolgono nel solvente. PRINCIPI TEORICI: le sostanze polari si scindono facilmente in sostanze polari, lo stesso avviene per le sostanze polari e per le sostanze con legami a idrogeno. CONCLUSIONI: ACQUA ALCOOL TETRACLORURO DI CARBONIO ESANO ACQUA Sì No No ALCOOL Sì No No TETRACLORURO DI CARBONIO No No Sì ESANO No No Sì Una sostanza apolare come il tetracloruro di carbonio si scinde facilmente in un'altra sostanza apolare come l'esano. Se una sostanza ha legami a idrogeno si scinde molto facilmente in un solvente con legami a idrogeno (come nel caso dell'alcool e dell'acqua che si scindono in tutte le proporzioni). L'unico caso particolare che si è riscontrato è stato con l'alcool che inizialmente è miscibile con il tetracloruro di carbonio (sostanza apolare), questo avviene perché la molecola dell'alcool in pare è polare e in parte è apolare. Le sostanze polari sono l'acqua e l'alcool e le sostanze apolari sono il tetracloruro di carbonio e l'esano ACQUA ALCOOL TETRACLORURO DI CARBONIO ZUCCHERO Sì No No NAFTALINA No No Sì CLORURO DI SODIO Sì No No PARATOBENZENE No Sì Sì Lo zucchero si scioglie nell'acqua formando legami a idrogeno (non si scinde). La natura polare dell'acqua la rende un ottimo solvente capace di separare solidi ionici come cloruro di sodio, a causa delle interazioni dipolo-dipolo che attraggono gli ioni del sale vincendo la forza elettrostatica del reticolo cristallino. Le sostanze polari sono la naftalina e il paratobenzene e le sostanze apolari sono lo zucchero e il cloruro di sodio Per non far mescolare l'acqua usata per il lavaggio delle provette con le sostanze apolari e quindi impedire il riconoscimento delle sostanze polari e apolari si devono asciugare bene le provette dopo averle lavate. SECONDA ESPERIENZA: SCOPO: osservare la diversa forma di sostanze polari e di sostanze non polari. MATERIALE: Vetrino e 2 contagocce (uno per ogni sostanza) REATTIVI: Tetracloruro di carbonio(CCl4). METODICA: Prendere una goccia di acqua farla cadere sul vetrino osservare la forma della goccia Continua »

vedi tutti gli appunti di chimica-lab »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.146255016327 secondi