"Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte", di Mark Haddon

Appunto inviato da rhelena51 Voto 3

Relazione sul libro con note biografiche dell'autore e analisi del contenuto (1 pagine formato doc)

NOME E COGNOME DELL'AUTORE: Mark Haddon.

TITOLO DELL'OPERA: Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte.

EDITORE: mondadori, i miti.

ANNO E LUOGO DI PUBBLICAZIONE: Torino, giugno 2006.

GENERE LETTERARIO: romanzo psicologico.

NOTIZIE SULLA VITA, SULL'OPERA E SUL PENSIERO DELL'AUTORE: Mark Haddon è nato a Northampton nel 1962. Ha studiato lettere e ha conseguito una laurea nel 1981 all'università di Oxford, ha inoltre portato a termine un MSc sulla letteratura inglese e nello stesso periodo si è occupato di illustrare numerose riviste: New Statesman, Spectator, Private Eye, Sunday Telegraph e Guardian. Si è poi occupato di progetti televisivi nel periodo che segue il 1996, ha vinto vari premi tra cui due BAFTA e the Royal Television Society Best Children's Drama e ha avuto successo come autore, attraverso la pubblicazione del suo primo libro per bambini: Gilbert's Gobstopper (1987). Ha continuato così a scrivere e ha pubblicato altri libri tra cui Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte che è stato scritto in due versioni: una per ragazzi e una per adulti; tutti e due hanno avuto un enorme profitto.

CONTENUTO E TRAMA: Il protagonista è un quindicenne con problemi comportamentali, il cui nome è Christopher Boone. È orfano di madre, o almeno così si crede fino a un certo punto nel libro, quindi abita solo con il padre in un quartiere residenziale a Swindon, piccola città inglese. Il libro inizia con l'omicidio di un cane e con il ritrovamento del corpo da parte di questo ragazzo, ma insieme a lui nel giardino (luogo dell'assassinio) esce anche la padrona e accusa nell'immediato Christopher, il quale viene portato alla centrale di polizia (più che altro per oltraggio al pubblico ufficiale, poiché avendo dei disturbi non vuol essere toccato e avendo ricevuto una "strattonata" ha reagito colpendo il poliziotto). Lui vuole scrivere un romanzo giallo utilizzando il fatto senza però il consenso del genitore rimasto.