reazioni esotermiche ed endotermiche: relazione su 7 reazioni esotermiche ed endotermiche + teoria (4 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da nady87

Alcune reazioni chimiche avvengono con sviluppo di calore o con assorbimento di calore; poiché le reazioni chimiche comportano un riassetto degli elettroni e dei reagenti, è necessario che i reagenti superino una barriera energetica, detta ENERGIA DI ATTIVAZIONE. Perché una reazione chimica possa aver luogo, si devono verificare le seguenti condizioni: I reagenti devono urtarsi; L'urto deve avvenire secondo un'opportuna direzione; Le sostanze devono possedere l'energia necessaria per superare la barriera energetica Quando le sostanze sono in condizione di poter superare la barriera energetica, si possono verificare due situazioni: Il contenuto di energia dei prodotti di reazione è superiore a quello delle sostanze reagenti: la reazione è endotermica, cioè è necessario somministrare continuamente energia per farla avvenire. Il contenuto di energia dei prodotti è inferiore a quello dei reagenti: la reazione è esotermica, cioè avviene con sviluppo di calore, ed è prodotto calore. CALORE DI REAZIONE: Il calore di reazione (espresso in cal/mol) è la quantità di calore che viene liberato o consumato in una reazione chimica. Esso dipende dallo stato di aggregazione dei reagenti e dalla temperatura. FATTORI TERMODINAMICI: ENTALPIA L'entalpia (dal greco “entalpo” = riscaldo) è una grandezza termodinamica estensiva (kcal/mole) che esprime il contenuto termico o calorico di un sistema. In una reazione interessa più che altro conoscere il DH cioè la variazione di entalpia tra lo stato iniziale (reagenti) e quello finale (prodotti). Il DH è una funzione di stato, cioè una grandezza che dipende solo dallo stato iniziale e finale e non dal percorso intrapreso per arrivare a quest'ultimo. ENTROPIA L'entropia (dal greco “entropé” = trasformazione all'interno) è una grandezza termodinamica esprimibile in cal/°k (calorie/gradi Kelvin), che rappresenta il grado di disordine di un sistema. Analogamente a quanto detto per l'entalpia, in una reazione, più che i valori assoluti, interessa conoscere la sua variazione o DS. L'aumento di entropia di un sistema dipende da: Lo stato dei reagenti in confronto a quello dei prodotti: lo stato più ordinato è quello solido poi quello liquido e infine quello gassoso Il tipo di sostanza: se è un composto o un elemento, un composto è più ordinato rispetto un elemento TIPO DI REAZIONE SEMPLICE SCAMBIO: in queste reazioni, un elemento sposta un alto elemento da un composto, formando contemporaneamente un altro composto. DOPPIO SCAMBIO: in queste reazione vi è uno scambio da un composto a un altro di due metalli, o di un metallo e dell'idrogeno; di conseguenza, si formano altri due composti differenti. SINTESI: In queste relazioni due o più sostanze pure, relativamente semplici, formano un composto più complesso. DECOMPOSIZIONE: In queste relazioni, una sostanza pure complessa viene scomposta in sostanze più semplici. DI COMBUSTIONE: sono caratterizzate dalla produzione di notevoli quantità di calore o di luce Continua »

vedi tutti gli appunti di scienze-della-materia »
Carica un appunto Home Appunti