Controllo utente in corso...

Apollo e Dafne: Attenta analisi dell'opera "Apollo e Dafne" del Bernini (2 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da francisud

Gianlorenzo bernini Gianlorenzo bernini Titolo:apollo e dafne Autore:g.bernini-> 24 ANNI Anno:1622/1625 Committente:cardinale Scipione borghese Collocazione:villa borghese, roma Con tecnicismo magistrale e virtuosismo insuperabile, il Bernini fissa nel marmo, traducendo in immagine, la favola di Apollo e Dafne tratta dalle “Metamorfosi” di Ovidio. Fino a quel momento vi era stata solo una trasposizione figurativa in pittura (Pollaiolo); Il voto di castità e il suo desiderio di verginità vengono tutelati nel modo più estremo e crudele dalla Madre Terra, che trasforma la ninfa in un albero di alloro (sotto sua richiesta). IL MOTO DELLA SCULTURA La composizione si basa tutta su una diagonale che parte dal piede di Apollo e culmina nell'effetto a sorpresa delle mani di Dafne; Direzionalità compositiva che dà il senso del movimento; Altri due sensi di movimento sono: la postura di Apollo, che scatta per raggiungere Dafne, e lo slancio di lei che tenta di sfuggire inarcandosi all'indietro; la torsione dei corpi a spirale; le dita dei piedi di Dafne, nel momento in cui Apollo la tocca, si allungano in radici e si radicano nel terreno; sulla base del gruppo marmoreo vi è scritto:”chi ama seguire le fuggenti forme dei divertimenti, si ritrova foglie secche e bacche amare nelle mani”, incisione in latino che giustificava la presenza di una statua così sensuale nella casa di un cardinale; l'immagine coglie l'azione nel suo divenire, come in uno scatto fotografico; il fotogramma ferma il palpito vivo dei corpi: i capelli sono scomposti e il drappo di Apollo svolazza; il movimento è sintetizzato in un'unica immagine; la bocca aperta di Apollo manifesta lo stupore per la trasfigurazione in atto; la bocca aperta di Dafne e lo sguardo rivolto all'indietro sono l'espressione delle sue urla sconvolte; tutto il gruppo ha un effetto di teatralità che chiama l'osservatore a partecipare emotivamente; la luce scivola sui corpi giovani e ben proporzionati dei due protagonisti, fatti di superfici ondulate, sinuose e morbide. Continua »

vedi tutti gli appunti di arte »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.141448974609 secondi