Introduzione alla chimica: chimica e metodo scientifico: perchè si studia la chimica, la nascita della chimica come scienza, le branche della chimica e il metodo sperimentale. Appunti sulla chimica e il metodo scientifico d'indagine (2 pagine formato doc)

VOTO: 6 Appunto inviato da nani

CHIMICA E METODO SCIENTIFICO

Noi, nella catena alimentare, siamo solo un anello, operai che trasformano un qualcosa in qualcos’altro. Questo ciclo si chiama ciclo BIOGEOCHIMICO. Noi siamo la parte biologica.
I corpi hanno due tipi di caratteristiche:
• fisiche = colore, sapore, odore
• chimiche = modo di combinazione
Per “modo di combinazione” si intende la maniera in cui gli elementi sono collegati tra loro.
ES: prendiamo il composto VERONICA e stacchiamo tutti gli elementi (V E R O N I C A) ed uniamoli tra loro in modo diverso. Nascono così i composti VERO, ACINO, VINO, ROCA.

Chimica: introduzione e concetti fondamentali


METODO SCIENTIFICO FASI: PERCHE' SI STUDIA LA CHIMICA

Perchè si studia la chimica. La chimica è la disciplina scientifica che studia le proprietà, la composizione e le trasformazioni delle sostanze presenti in natura o prodotte artificialmente dall’uomo.
La chimica è utile, perché
• studia tutto ciò che è massa
• contribuisce al miglioramento della qualità della vita (salvaguardia dell’ambiente)
• permette di accostarci al mondo da un punto di vista nuovo
• aiuta a comprendere alcuni aspetti della realtà naturale e tecnologica in cui viviamo.

Introduzione alla chimica: appunti


FASI DEL METODO SCIENTIFICO: NASCITA CHIMICA COME SCIENZA

La nascita della chimica come scienza. Fin dai tempi più antichi l’uomo cominciò a interessarsi alla struttura della materia:
• 2200 a.C. in Cina = si affermò l’idea che la materia fosse costituita da 5 elementi (metallo, legno, terra, fuoco, acqua
• 1200 a.C. in Cina = si ritenne che ogni trasformazione della materia fosse dovuta all’interazione di due principi opposti (yang e yin)
• 460-370 a.C. in Grecia = Democrito suppose che la materia fosse costituita da particelle invisibili e indivisibili, gli atomi
• 384-323 a.C. in Grecia = Aristotele unì ai 4 elementi tradizionali (aria, terra, fuoco, acqua) un quinto, l’etere, che riempirebbe tutto l’Universo
• 200-300 d.C. in Egitto = gli alchimisti si possono considerare gli antenati dei chimici
• XVII secolo =si comincia a delineare la chimica come scienza. Il chimico Boyle sostenne la validità del metodo scientifico.
• 1700 = dopo Boyle venne Lavoisier, che può essere considerato il padre della chimica moderna. Con lui la chimica diventa una scienza sperimentale, cioè basata sull’osservazione e sull’esperimento.
Le branche della chimica. La chimica spazia su un campo di indagine assai vasto. In essa si possono identificare due indirizzi principali:
chimica organica = si occupa dello studio dei composti del carbonio, molti dei quali sono esseri viventi
chimica inorganica = si interessa dello studio degli elementi e dei loro composti, tranne il carbonio
Esistono però altre brache: chimica analitica, chimica fisica, biochimica, elettrochimica, geochimica, chimica industriale. Oggi esse tendono a integrarsi sia come corpo di conoscenze, sia come procedimenti di indagine.

Introduzione e concetti fondamentali di Chimica generale

Continua »

vedi tutti gli appunti di chimica »
Home Appunti