Controllo utente in corso...

Chimica - I Gas: Definizione di gas ideale - Legge di Graham e Hund - pressione, volume e temperatura - Legge di Boyle - Legge di Charles - Legge generale dei gas - Legge di Dalton sui miscugli gassosi - Frazione molare - grado di dissociazione - Calcolo del numero totale ( formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da ugenio

Gas Il gas è uno stato fluido della materia che riempie il recipiente occupato e si lascia facilmente comprimere. I gas alle stesse condizioni di temperatura e pressione hanno caratteristiche molto simili tra loro. Le proprietà macroscopiche dei gas sono interpretate attraverso lo studio molecolare e la cosiddetta Teoria cinetica dei gas. Definiamo la condizione di gas ideale la condizione a cui tutti i gas tendono ad assomigliare diminuendo la temperatura e la pressione. Le proprietà di un gas ideale sono: Le particelle del gas ideale non hanno dimensioni, e quindi sono prive di massa: le particelle del gas risultano così pure astrazioni geometriche. Il gas ideale quindi riempie veramente tutto il volume del suo recipiente, mentre il gas reale non lo occupa tutto perché una parte è occupato dal volume delle particelle stesse. Il gas ideale quindi è comprimibile all'infinito (V=0). Nel gas ideale le particelle non interagiscono tra di loro. Le particelle del gas ideale si muovono di moto rettilineo uniforme urtandosi tra di loro e urtando le pareti del recipiente: ciò si spiega ricordando che non c'è interazione tra le particelle. Gli urti sono elastici, quindi non si perde energia. L'Energia Cinetica media delle particelle è direttamente proporzionale alla temperatura del gas: Ec ? T Quest'ultima proprietà è stata dimostrata da Graham e Hund. Avendo infatti due gas alla stessa pressione e a una certa temperatura t°C, le loro energie cinetiche medie sono uguali: ½ mava2 = ½ mbvb2 _va2_ = _mb_ vb2 ma _va_ = ??mb_ Legge di Graham vb ? ma La legge di Graham quindi dice che il rapporto tra la velocità media del primo gas e quella del secondo gas è uguale alla radice quadrata del rapporto tra i pesi molecolari. Graham dimostrò questa legge anche sperimentalmente. Abbiamo un tubo di vestro di lunghezza di 1 m, in cui vengono inseriti nello stesso istante dell'Acido Cloridrico HCl e dell'ammoniaca NH3. Avendo un peso molecolare diverso uno sarà più veloce dell'altro (in questo caso acido cloridrico è più pesante e quindi più lento) e si incontreranno a una certa distanza formando sul vetro del tubo un anello bianco di Cloruro di Ammonio (Nh4Cl(s)). Si calcola il tempo e quindi la velocità, dimostrando sperimentalmente la validità della Legge di Graham. La Legge di Graham può anche essere scritta in un altro modo che è il più usato perché più pratico. Si fa percorrere a due gas differenti uno stesso spazio e si calcola il tempo di percorrenza: esso è proporzionale alla radice quadrata del rapporto tra le masse molecolari dei due gas: _tb_ = ??mb_ ta ? ma Per poter definire meglio un gas dobbiamo prima definire le sue tre principali variabili : la pressione, il volume, la temperatura. Pressione Con pressione si intende il numero di urti e la forza F che le particelle hanno contro una determinata superficie s del recipiente P = _F_ = Newton = 1 Pascal S m2 Il Pascal è l'unità di misura della pressione e i suoi sottomultipli sono il bar e il mbar. Bar = 10 Continua »

TAG: gas ideale
vedi tutti gli appunti di chimica »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.237484931946 secondi