Apparato Radicale - Appunti di Coltivazioni Arboree gratis Studenti.it

Apparato radicale: Descrizione dell'apparato radicale delle piante arboree (2 pagine formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da fanny03

La radice è la parte dell'albero che si sviluppa sotto terra; è generalmente priva di gemme ed ha gli apici protetti dalla cuffia radicale. oltre a provvedere all'assorbimento dell'acqua e dei principi nutritivi ed oltre a costituire temporanei centri di accumulo dei metaboliti, assicurano anche anche il necessario supporto della parte epigea soggetta a forti sollecitazioni dinamiche. Questa funzione è detta ancoraggio. In base alla loro struttura morfoanatomica e alla loro funzione le radici si distinguono in:

  1. ASSORBENTI: biancastre, traslucide e caratterizzate ancora da una struttura anatomica primaria. Sono fisiologicamente molto attive e aumentano il loro potere assorbente grazie ad abbondanti peli radicali. La vita delle radici assorbenti, di solito, è piuttosto breve;
  2. DI TRANSIZIONE: sono le radici assorbenti che vivono più a lungo;
  3. DI CONDUZIONE: sono brune e costituiscono il collegamento tra quelle assorbenti o di transizione e quelle principali che hanno funzione di sostegno e di trasporto. Queste sono di diversa età e corrispondono circa al 20% del complesso radicale.
Le radici di conduzione giovani e le radici assorbenti costituiscono il capillizio radicale .

Lo sviluppo e l'orientamento nel terreno del sistema radicale delle diverse specie arboree è legato a fattori genetici, ma può essere anche influenzato da fattori pedo-ambientali. L'orientamento delle radici rispetto al vertice determina il cosiddetto angolo geotropico . l'angolo geotropico caratteristico dell'apparato radicale può essere determinato lasciando sviluppare liberaente l'albero in coltura idroponica.

Continua »

vedi tutti gli appunti di coltivazioni-arboree »
Carica un appunto Home Appunti