Principi contabili nazionali e internazionali del bilancio: riassunto

Appunto inviato da rauzinofabiopio Voto 5

l'armonizzazione internazionale dei principi contabilii e il bilancio d?esercizio nelle società di capitali. Riassunto sui principi contabili nazionali e internazionali per la redazione dei bilanci d'impresa (2 pagine formato docx)

PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI E INTERNAZIONALI DEL BILANCIO

Principi contabili nazionali e internazionali per la redazione dei bilanci d’impresa. L’armonizzazione internazionale dei principi contabili. Il bilancio deve soddisfare una pluralità di stakeholder.
Le informazioni di bilancio devono essere: utili – comprensibili – comparabili – significativi e attendibili.
Viene redatto dagli amministratori (31 marzo) ed entro il 30 aprile deve essere approvato dall’assemblea dei soci. Dopo hanno 30 giorni per depositarlo presso la camera di commercio.
Uno dei limiti è che arriva agli stakeholder già “vecchio” di sei mesi, motivo per la quale le società quotate lo redigono ogni tre o sei mesi (trimestrale).

Normativa sul bilancio: i principi contabili internazionali


PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI E INTERNAZIONALI: DIFFERENZE

Il bilancio è composto da tre documenti:
•    Schema dello stato patrimoniale
•    Schema del conto economico
•    La nota integrativa: integra il contenuto degli schemi per chiarire la situazione economica – finanziale. Esso è un documento descrittivo con un contenuto minimo obbligatorio.
•    Rendiconto finanziario
Anni fa, la fonte principale era costituita dal Codice Civile insieme ai Principi contabili nazionali dell’OIC:
il codice civile contiene le norme per la redazione, struttura, ecc., ma essendo particolarmente sintetico i principi vanno a svilupparlo e interpretarlo. Questi ultimi sono infatti documenti interpretativi.

Appunti di economia: differenza tra principi contabili nazionali e internazionali e i principi di redazione del bilancio


PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI E INTERNAZIONALI A CONFRONTO

Attualmente le cose sono cambiate e la legislazione in materia di bilancio ha come obbiettivo fondamentale l’armonizzazione della normativa a livello internazionale, per migliorare la qualità dei bilanci. Si è quindi puntato ad adottare un unico sistema-insieme di principi contabili validi per più stati. Si parla di “processo di convergenza”. Sono cambiate le fonti di riferimento e il diritto, nel tentativo di migliorare la qualità e la comparabilità dei dati.

La contabilità generale e il bilancio d'esercizio: appunti


PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI E INTERNAZIONALI: RIASSUNTO

Il bilancio d’esercizio nelle società di capitali. Nel 1991 viene introdotta per la prima volta una normativa in materia di bilancio: il decreto legislativo n 127, composto da due trattative (la n°78 e la n°93) e con questo inizia la prima fase (codice civile e OIC)
Negli anni successivi si crea il primo livello di armonizzazione e trasparenza. Gli schemi sono sostanzialmente rigidi ma anno dopo anno cercano di migliorare.
Nel 2000 lo IASB mette a punto il miglior set di principi, riconosciuto e adottato attualmente: da adesso compaiono i principi contabili internazionali.  
L’adozione dei principi contabili internazionali è obbligatorie per le società quotate, ma ogni stato ha il potere di estendere l’obbligo o meno. L’Italia è forse il paese che ha esteso più di tutti questo obbligo.
Il D.lgs. 139 del settembre 2015 ha soppiantato il d.lgs. 127 del 91. Ha integrato nell’ordinamento nazionale una normativa UE del 2013. Tra le modiche ora è obbligatorio redigere anche il rendiconto finanziario (oltre CE-SP-NI)
Segmentazione della disciplina di bilancio. Allora, intanto in Italia i bilanci di spa S.r.l. sapa (SOC. di CAPITALI) devono essere pubblici e seguire la normativa. Le società di persone non hanno simili obblighi e non deve essere pubblico.