Controllo utente in corso...

Le idee di Dante: La politica, la filosofia e la teologia, la lingua (formato word pg 1) ( formato doc)

VOTO: 0 Appunto inviato da

Alla base del pensiero di Dante sta la visione religiosa della realtà, perché è questa a dare unità a tutti i fenomeni Le idee di Dante Alla base del pensiero di Dante sta la visione religiosa della realtà, perché è questa a dare unità a tutti i fenomeni. Da tale visione dipende la concezione della storia come una manifestazione progressiva e lineare delle verità cristiane. Possiamo dividere le idee di Dante in tre filoni fondamentali: LA POLITICA Con l'esilio e le peregrinazioni che ne derivarono, il pensiero politico di Dante matura il rifiuto della frammentazione prodotta dall'esperienza dei Comuni e rilancia il modello universalistico. In numerosi tratti del Convivio e della Commedia, Dante afferma la legittimità completa del potere imperiale, voluto da Dio per gestire in modo migliore l'umanità. Alla lotta tra Impero e Papato, Dante sostituisce un' alternanza di funzioni nel garantire la felicità terrena (compito dell'imperatore) e spirituale (dovere del Papa). Dante rifiuta inoltre lo spregiudicato uso del denaro che la nuova civiltà borghese ha portato. LA FILOSOFIA E LA TEOLOGIA Il problema principale affrontato da Dante sta nel rapporto tra filosofia divina (cioè la teologia) e la filosofia umana. Soprattutto nel Convivio, afferma l'indipendenza dei due campi, accettando l'unione tra fede e ragione: la fede nelle verità manifestate si accompagna alla fiducia nella provabilità razionale. LA LINGUA Il nucleo del pensiero linguistico di Dante consiste nella valorizzazione del volgare, innalzato alla dignità degli argomenti più illustri. Continua »

vedi tutti gli appunti di dante »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.0733759403229 secondi