Libertà di manifestazione del pensiero, art 21 Costituzione: spiegazione

Appunto inviato da liberadipensare Voto 7

Spiegazione dell'articolo 21 della Costituzione Italiana sulla Libertà di manifestazione del pensiero (3 pagine formato doc)

LIBERTA' DI MANIFESTAZIONE DEL PENSIERO, ART 21 COSTITUZIONE: SPIEGAZIONE

Libertà di manifestazione del pensiero, art. 21 Costituzione. Art. 21. Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l'indicazione dei responsabili.
In tali casi, quando vi sia assoluta urgenza e non sia possibile il tempestivo intervento dell'Autorità giudiziaria, il sequestro della stampa periodica può essere eseguito da ufficiali di polizia giudiziaria, che devono immediatamente, e non mai oltre ventiquattro ore, fare denunzia all'Autorità giudiziaria.
Se questa non lo convalida nelle ventiquattro ore successive, il sequestro s'intende revocato e privo di ogni effetto.

Diritto dell'informazione, articolo 21 Costituzione: spiegazione


ART 21 COSTITUZIONE: SPIEGAZIONE

La legge può stabilire, con norme di carattere generale, che siano resi noti i mezzi di finanziamento della stampa periodica.
Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni.
-    La libertà di manifestazione del pensiero consiste nella libertà di esprimere le proprie idee e divulgarle ad un numero indeterminato di destinatari.Vi sono particolari forme di manifestazioni del pensiero che sono tutelate separatamente dalla Costituzione:
o    Libertà di fede religiosa art.19
o    Libertà artistica: art. 33 da cui deriva la libertà d’insegnamento e la libertà di ricerca scientifica.
-    L’unico limite che l’art.21 impone alla linertà di manifestazione del pensiero è il limite del buon costume,non presente invece nell’art.33.
-    La libertà di manifestazione del pensiero non è assoluta ma è soggetta a bilanciamento.

Tesina sulla libertà di pensiero, articolo 21 Costituzione


LIMITI DELLA LIBERTA' DI ESPRESSIONE

Esistono infatti i reati d’opinione che la Corte Costituzionale ha dichiarato legittimi allorquando:
o    Siano idonei a determinare direttamente un’azione pericolosa per la sicurezza pubblica es. istigazione a delinquere,apologia di un delitto,pubblicazione di false notizie
o    Offendano l’onore degli altri es.ingiuria e diffamazione
o    Offendano il sentimento religioso altrui es.bestemmia
o    Offendano il prestigio delle istituzioni es. oltraggio
-    Tutti hanno il diritto di manifestare il pensiero con ogni mezzo(parola,scritto,mass media). Ma per motivi di disponibilità fisica degli spazi (es.lo spazio per apporre manifesti non è illimitato) e per motivi di disponibilità economica,i mezzi non sono accessibili a tutti e necessitano una specifica disciplina.
-    La costituzione disciplina solo la stampa fra i mass media disponibili. La disciplina della stampa prevede un categorico divieto di autorizzazioni e censure preventive mentre ammette il sequestro successivo.Il sequestro è però sottoposto ad una riserva di legge assoluta nonché ad una riserva di giurisdizione.E’ ammesso il sequesto:
o     Nel caso di delitti,per il quale la legge sulla stampa espressamente l’autorizzi,dove per legge sulla stampa si intende in generale la legge penale. Es. sequestro di pubblicazioni attraverso le quali si compia il reato di apologia del fascismo
o    Nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescrive per l’indicazione dei responsabili.La stampa è libera ma non può infatti essere anonima.Il direttore,che deve essere regolarmente iscritto all’albo dei giornalisti,risponde penalmente se omette di esercitare sul contenuto sul suo periodico il controllo necessario per impedire che con esso siano commessi reati.
o    Se disposto dal giudice.

Diritto dell'informazione e della comunicazione: riassunto


LA LIBERTA' DI PENSIERO OGGI

Nel caso in cui vi sia assoluta urgenza e non sia possibile il tempestivo intervento dell’autorità giudiziaria,può provvedere la polizia con provvedimento che deve essere comunicato al giudice entro 24 ore e convalidato nelle 24 ore successive.
La legge può stabilire,con norme a carattere generale,che siano resi noti i mezzi di finanziamento della stampa periodica.La ratio di questo comma è quello di garantire trasparenza all’informazione. La libertà di stampa non implica che chiunque abbia il diritto di avere accesso alla pubblicazione di un eventuale articolo o di un’altra manifestazione del pensiero su periodici già esistenti;implica piuttosto che chiunque abbia il diritto di pubblicare un proprio libro,un volantino,appendere manifesti,pubblicare un proprio periodico (se in possesso dei requisiti idonei).