Sentenza Granital

Appunto inviato da julietxx87 Voto 3

Appunti di spiegazione della celebre sentenza Granital, che ha definito alcuni tratti fondamentali del rapporto tra giurisprudenza della Corte di Giustizia dell'Unione europea e giurisprudenza costituzionale italiana (1 pagine formato pdf)

La sentenza 8 giugno 1984 n.170 (sentenza GRANITAL) costituisce attualmente un punto fermo nella configurazione sistematica del complesso delle fonti di
diritto italiano.


Si tratta del recepimento attuato dalla Corte Costituzionale italiana della
sentenza Simmenthal.

Dal punto di vista operazionale viene riconosciuto al giudice ordinario italiano
il potere di disapplicare, senza ricorrere in Corte Costituzionale, l'eventuale
legge ordinaria contrastante con un regolamento comunitario precedente. Si
tratta di un notevole cambiamento di prospettiva, riconosciuto del resto, senza
ipocrisie, dalla stessa Corte Costituzionale.

Da quel momento il giudice ordinario, al quale si presenti un caso regolato
prima da un regolamento comunitario e poi da una legge interna, dovrà tener
conto del fatto che qualora vi sia "una irriducibile incompatibilità fra la
norma interna e quella comunitaria, è quest'ultima, in ogni caso, a prevalere".
Una simile deroga al consolidato impianto istituzionale non poteva rimanere
priva di una descrizione sistematica della struttura delle fonti normative, e
più in generale dell'ordinamento interno e comunitario. Agli occhi della
Consulta si è in presenza di due sistemi normativi "autonomi e distinti,
ancorchè coordinati, secondo la ripartizione di competenza stabilita e garantita
dal Trattato".