Crisi economica finanziaria del 2008

Appunto inviato da mariaeschini88 Voto 7

Crisi economica finanziaria italiana del 2008: riassunto sui processi storici, economici e politici che hanno portato alla crisi (14 pagine formato pdf)

CRISI ECONOMICA FINANZIARIA DEL 2008

Crisi finanziaria economica. La crisi economica scoppia nell’estate del 2008. Segna un brusco rallentamento di tutti gli indici economici. (Gli indicatori economici sono grandezze numerarie adatte ad essere contabilizzate in un sistema di contabilità nazionale ad hanno lo scopo di informare sull'andamento di una economia).
Elementi che normalmente identificano una crisi ed elementi più strettamente correlati alla crisi attuale:
1. calo del prodotto interno lordo PIL (indice convenzionale che misura la ricchezza di un paese. In questo caso calato del 6% rispetto al 2007;
2. sostanziale riduzione dei prezzi: riducendosi la domanda di beni si abbassano i prezzi deflazione (contrario di inflazione);
3. riduzione dei consumi in gran parte del pianeta. In questo caso -2% -3% rispetto al 2007;
4. evidente difficoltà nel trovare denaro “crisi della liquidità”: si incontrano più difficoltà, come l’aumento dei costi, nell’ottenimento di mutui, finanziamenti, ecc...
5. nel 2008 si è registrata una riduzione degli scambi internazionali, il volume degli scambi internazionali è calato del 25% rispetto al 2007, (volume che è andato crescendo per tutti gli anni ’90);
6. la disoccupazione: che nel 2009, in Europa, ha raggiunto il 10%.

Crisi economica e sociale: tema svolto


CRISI ECONOMICA ITALIANA

Per stimare il livello di disoccupazione bisogna considerare chi non ha più un lavoro e chi lo sta cercando (intendendo chi è iscritto agli uffici di collocamento), chi è disoccupato ma non cerca lavoro non viene calcolato. Però, per avere un quadro chiaro, si misurano i disoccupati e gli inoccupati, cioè chi non cerca o ha smesso di cercare lavoro. Con l’attuale crisi sono aumentate sia la disoccupazione che l’inoccupazione. In America sono “spariti dal mercato” tre milioni e mezzo di posti di lavoro. Qual è il perché di una crisi del genere? per capire bisogna distinguere cause remote da cause contingenti. Ci sono premesse della crisi che da sole non l’avrebbero prodotta, tali premesse aggiunte ad altre cause hanno portato al crollo.

Crisi economica 2008: cause e conseguenze


CRISI ECONOMICA ATTUALE

La causa generale ha a che fare con la Globalizzazione. La globalizzazione è il processo di liberalizzazione degli scambi di merci, servizi e capitali che dalla fine degli anni ’70 ha preso forma nel mondo. Si è innescato un meccanismo, frutto di decisioni internazionali e modifiche di leggi internazionali,
che ha prodotto di fatto la circolazione libera di merci, capitali e servizi (diventa possibile svolgere servizi e produzioni nel mondo). Questa circolazione non era consentita fino alla fine degli anni ’60, c’erano dei limiti, anche come protezione per la propria valuta e le proprie merci. Protezionismo doganale  per comprare un’auto giapponese, in alcuni paesi, si pagava una tassa che, aumentando il prezzo dell’auto, scoraggiava l’acquisto e quindi portava a preferire auto di produzione propria.