Controllo utente in corso...

Economia e gestione delle imprese, la distribuzione: La distribuzione- Domande e risposte (FAQ) del corso Economia e gestione delle imprese della Facoltà di Economia e Commercio di Torino. (2 pagine,formato word) ( formato doc)

VOTO: 0 Appunto inviato da bubbyna

Cap 5 (2^ parte) - LE POLITICHE DELLA DISTRIBUZIONE - (ACCESSO AI SERVIZI) Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del franchising nella distribuzione dei servizi ? E' un accordo con il quale un'impresa (franchisor) attribuisce ad un certo numero di punti vendita (franchisees) il diritto di vendere prodotti o servizi in cambio di alcuni tipi di contropartita. VANTAGGI Estendere la rete geografica quando l'organizzazione non è in grado di raggiungere personalmente certe località. “Replicare” l'organizzazione, senza investire capitali o con un investimento modesto. Mantenere il controllo : delegando compiti operativi ad imprenditori disponibili ad investire proprie risorse, il franchisor può allargare la distribuzione territoriale nell'accesso al servizio, dare maggiore diffusione alla marca e contemporaneamente concentrare le risorse sull'organizzazione, mantenendo il controllo delle principali forme di marketing. Controllare la qualità sfruttando le motivazioni derivanti dall'imprenditorialità del franchisee. Varietà di servizi : la catena di franchising può accordarsi con altri per diversificare l'offerta. Il franchisee può acquisire a proprio rischio prodotti tangibili da offrire al potenziale compratore oltre al servizio principale. SVANTAGGI Rischio del nuovo : il franchisee non sempre ha convenienza a destinare parte delle sue risorse al lancio di nuove iniziative, perché corre rischi. Servizi complessi : alcuni servizi sono troppo complessi o specializzati per essere riprodotti con il franchising. Caduta di motivazione : bisogna motivare sempre il franchisee per non compromettere l'immagine dell'intera impresa. Problemi di qualità : è difficile mantenere lo standard di qualità dei servizi. Conflitti potenziali : il franchisee è un imprenditore indipendente e può reagire negativamente ad intromissioni da parte del franchisor. Quando è preferibile il canale diretto (vendita diretta) nella distribuzione di servizi ? Il canale diretto è il più efficace per vendere servizi. In alcuni settori è la norma, non si può fare altrimenti (es.: servizi bancari attraverso intermediari non sono accettati). Dà un sicuro vantaggio perché il produttore del servizio è sempre in contatto diretto con il cliente e lo può servire meglio. Gli intermediari inoltre possono temere di perdere il cliente mettendo in contatto direttamente questi con il produttore del servizio. Se esiste questo timore l'intermediario stesso può essere meno efficace nella vendita. Infine il produttore del servizio non intende dividere con qualcun altro i margini derivanti dalla distribuzione. Nella realtà però se c'è la possibilità di utilizzare forme alternative è meglio sfruttarla in quanto il canale diretto richiede forti investimenti. Quali sono i fattori più importanti nella scelta della localizzazione di un'agenzia bancaria ? Uno dei fattori più importanti è sicuramente la dimensione della località in cui ci si intende insediare. L'impresa deve poi fare la ricognizione del Continua »

vedi tutti gli appunti di economia »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.247635126114 secondi