Ettore E Andromaca - Appunti di Epica gratis Studenti.it

Ettore e Andromaca: Parafrasi del brano "Ettore e Andromaca" dall'Iliade di Omero (2 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da sammy9991

Detto così, andò via Ettore dall' elmo ondeggiante; quindi subito giunse alla sua casa accogliente, non trovò però nelle stanze Andromaca dalle bianche braccia, ma lei insieme a suo figlio e all'ancella dal bel peplo se ne stava sopra la torre a piangere e a disperarsi. Ettore come non vide la cara sposa dentro la casa, uscì sulla soglia e, qui fermo, si rivolse alle ancelle: «Su, presto, ancelle, ditemi con precisione: dove è andata fuori di casa Andromaca dalle bianche braccia? Forse a casa di una delle mie sorelle o delle mie cognate, oppure è andata al tempio di Atena, dove pure le altre troiane dalle belle chiome placano la dea terribile con la pregherà?». La dispensiera fidata gli rispondeva: «Ettore, se proprio comandi cheti diciamo la verità, ne a casa di una delle tue sorelle o delle tue cognate, e neanche è andata al tempio di Atena, dove pure le altre troiane dalle belle chiome placano la dea terribile con la preghiera, è andata invece alla torre alta di Ilio, perche ha sentito che i troiani sono battuti, e grande vittoria tocca agli achei. Quando, attraversata la grande città, giunse alle porte Scee, per...

Continua »

vedi tutti gli appunti di epica »
Carica un appunto Home Appunti