Zagrebelsky e il diritto costituzionale attuale

Appunto inviato da beyondthem Voto 6

Zagrebelsky insegna diritto costituzionale all'università di Torino. L'ordinamento è visto come ordinamento democratico (10 pagine formato doc)

Per Zagrebelsky i giuristi non sono ancora consapevoli di quanto vi è in radice del diritto, quali metodi o aspettative vi sono alla radice. Zagrebelsky parla dell'esigenza di trasformare il concetto di sovranità. Pensiamo ad uno stato che stabilisce un dialogo tra i vari stati sul piano orizzontale e sul piano verticale col diritto internazionale, come per Kelsen. Lo stato non poteva pensare al proprio interno un soggetto di pari grado, ma solo soggetti inferiori a se stesso. E' un po' quel che accade in Kelsen nel dualismo tra diritto pubblico e privato, dove lo stato nelle teorie tradizionali diventa extragiuridico o addirittura meta-giuridico. Dal punto di vista giuridico la sovranità veniva espressa come in Kelsen con la personificazione dello stato, lo stato come volontà. Contro questa teoria bisogna proporre una nuova lettura dello stato. Ciò è avvenuto attraverso i nuovi centri sociali che si sono venuti a creare nel tempo, diminuendo il potere della sovranità. Da ciò quindi il pluralismo giuridico, l'istituzionalizzazione, la formazione di nuovi centri di potere alternativi e concorrenziali allo stato e quindi anche nuove fonti di produzione con cui lo stato deve fare i conti.