Appunti sull'illuminismo

Appunto inviato da leor82lex Voto 5

l'Illuminismo mette in discussione ogni autorità sia dal punto di vista religioso, sia da quello culturale, sia da quello politico. Si rivendica quindi l'indipendenza, l'autonomia dell'uomo in base alla ragione umana. Analisi del periodo illuminista in chiave filosofica (4 pagine formato doc)

APPUNTI ILLUMINISMO

L’illuminismo mette in discussione ogni autorità sia dal punto di vista religioso, sia da quello culturale, sia da quello politico. Si rivendica quindi l’indipendenza, l’autonomia dell’uomo in base alla ragione umana.  Non è dunque accettata ogni forma di monarchia di diritto divino o simili: per questo c’è uno stretto rapporto tra illuminismo e borghesia.
Il Rinascimento aveva preparato la strada all’Illuminismo, tuttavia quest’ultimo è più radicale: gli spiriti Rinascimentali avevano una visione della cultura più elitaria, essa non era messa a disposizione di chiunque, come invece si cerca di fare nel periodo illuminista con l’enciclopedia. Quest’opera era un tentativo di diffusione generale della cultura.
L’illuminismo è legato alla nascita della filosofia moderna (Cartesio), con una piena fiducia nella ragione umana. Questa ragione, comunque, è una razionalità più simile a quella di Locke: la ragione è considerata un grande strumento ma finito, consapevole dei propri limiti.

Cartesio e l'Illuminismo: appunti


ILLUMINISMO APPUNTI STORIA

Locke era ottimista: i limiti della ragione, secondo lui, sono molto lontani, mentre l’Illuminismo è più critico e mette alla fine in evidenza i limiti abbastanza grandi della conoscenza e della razionalità. Si va quindi verso una visione economicistica della ragione, che sfocierà poi, in seguito, nel positivismo. L’illuminismo è di per sé anti-metafisico, diffida delle costruzioni metafisiche, ed è più rivolto alla descrizione dell’uomo in termini Lockiani.
Usando la terminologia di Kant possiamo dire che l’illuminismo non esalta tanto la ragione, quanto l’intelletto. Quindi la fiducia che gli illuministi hanno è rivolta all’intelligenza umana, ma quella “terrena”, mentre la pretesa che ha l’uomo di andare oltre i propri limiti per arrivare all’assoluto, è per l’Illuminismo illegittima.  E’ giusto allora dire che l’Illuminismo esalta l’Intelletto, inteso in senso kantiano.

Illuminismo: riassunto


APPUNTI ROMANTICISMO

Il Romanticismo è una reazione all’Illuminismo, ma non si dovrebbe definire anti-razionalistico, bensì anti-Intellettualistico.
La cultura scientifica, le scoperte di Galilei e di Newton, fungono da base, da supporto nei confronti dell’Illuminismo, che appunto scaturisce da esse.
L’illuminismo è antistoricistico: agli illuministi non interessa come era l’uomo in passato, poiché pensano che il passato sia un periodo barbaro, da dimenticare, da superare. L'’lluminismo è pessimista nel guardare il passato, ma è ottimista nel guardare il futuro.
Il Romanticismo, in seguito, recupererà la storia, che verrà vista allora come importante; esso riscoprirà le radici storiche dell’Europa.

Illuminismo: definizione e riassunto


APPUNTI ILLUMINISMO ITALIANO

L’illuminismo ha una visione Intellettualistica, poiché l’uomo ha la possibilità di connettere tra loro i vari elementi della realtà, ma non è in grado di conoscere la struttura del tutto. La visione illuministica, quindi, è legata alla PARTE, non al tutto. Ecco allora spiegato perché l’Illuminismo vede come inutile la storia passata: quella degli illuministi è una visione disorganica: che ci importa di sapere cosa pensavano i medievali, dato che noi oggi abbiamo conoscenze più evolute? Per questo il Medioevo e le altre epoche passate vanno dimenticate.