Concetto Di Scienza In Filosofia - Appunti di Filosofia gratis Studenti.it

Concetto di scienza in filosofia: L'evoluzione del concetto di scienza a partire da Bacone fino ad arrivare a Feyerabend (2 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da rossifiammetta

CONCETTO DI SCIENZA A CONFRONTO
Bacone
Secondo Bacone la scienza deve essere posta al servizio dell’uomo, e l’uomo deve essere ministro e interprete della natura. Voleva creare un'opera che andasse contro l'Organon di Aristotele. Metodo induttivo. Arriva ancora a delle forme e ritiene che la scienza si basa su delle intuizioni certe. La scienza permette il progresso. L'importanza della scienza é la sua utilità.


Metodo induttivo e deduttivo. Si trattano gli aspetti quantificabili e utilizzabili. Si fa un'ipotesi si cerca di sperimentare l'ipotesi. Se si verifica si trasforma in legge.
Il 600 e il 700 ritengono che la scienza arrivi a verità assolute. La scienza é in grado di scoprire le leggi naturali.
Hume
Visione scettica. Possiamo conoscere solo ciò di cui abbiamo impressioni. Le idee sono sensazioni sbiadite, ottenute tramite un ricordo. Tutto ciò che noi conosciamo deve essere provato dai sensi. Va a analizzare come le scienza opera. Per la scienza é indispensabile il rapporto causa-effetto. Tutto ciò non é una proprietà delle cose e non la scopro a priori, ma sempre a posteriori. Io posso dire qualcosa del rapporto causa-effetto solo in relazione al passato e presente. Il fondamento del principio causa-effetto é soggettivo e dato dall'abitudine. L'uomo rende ad associare le cose vicine nello spazio e nel tempo. La scienza é una credenza soggettiva, non é un insieme di verità oggettive, le credenze si fanno credere a una conformità tra presente e futuro.


Continua »

vedi tutti gli appunti di filosofia »
Carica un appunto Home Appunti