Se dio non esiste tutto è permesso?: Appunti di filosofia su Nietzsche, Camus, Sartre, Kirkegaard (2 pagine formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da elyx1986

Se Dio nn esiste tt è permesso:L nostra civiltà europ è stata plasmata su base d cristianesim(incentrat su concez d Dio giudice supremo ke giudica su base di legge morale cioè decalogo di cui lui stesso è la fonte determinando la vita eterna dell'uomo) Se Dio nn esiste tt è permesso:L nostra civiltà europea è stata plasmata sulla base del cristianesimo (incentrato sulla concezione di Dio come giudice supremo ke giudica sulla base della legge morale cioè il decalogo di cui lui stesso è la fonte, determinando la vita eterna dell'uomo).Questa visione viene contestata dai Calvinisti (non ci si può redimere in vita perche' è comunque Dio che decide alla morte)e protestanti (Dio decide ma conviene credere) in seguito da Bayle,libertino (propone l'ateismo virtuoso:si può seguire la via morale anche senza bisogno d leggi imposte da autorità politiche o religiose) x realizzare questa coscienza autonoma bisogna saper : uscire da un punto di vista soggettivo e allontanarsi dagli interessi personali, avvicinarsi agli altri capendo i bisogni del prossimo (reciprocamente cioè empatia=sentire dentro gli altri). La chiesa garantisce 1 spazio sociale in cui si verificano questi due elementi. La filosofia contemporanea pensa che senza la chiesa questi 2 presupposti non si possano verificare, ma rifiutano l'immagine di Dio come garante della legge morale => la domanda sorge spontanea : quindi tutto è permesso se Dio nn esiste? Secolarizzazione processo tramite il quale le proprietà ecclesiastiche sono vendute a privati o diventano statali, metaforicamente è la laicizzazione dei temi una volta riservati alla chiesa (politica,morale,scienza..). Kirkegaard e Stirner non sono d'accordo nel considerare la nostra cultura moderna come eredità e storicizzazione del cristianesimo: Kirkegaard è contro la kiesa stato (fondamento dello stato sociale e politico) e cerca un cristianesimo più spirituale e interiore. Stirner critica gli altri atei (Marx e Feuerbach) perchè distruggono il vecchio dio per crearne uno nuovo: l'uomo, l'uomo non può liberarsi dall'ombra di dio e non fa che crearne uno nuovo. Nietzsche la Morte di dio rappresenta il crollo dei fondamenti morali e culturali della comunità occidentale che erano garantiti dalla presenza di dio ma pochi si rendono conto che la morte di dio porta il crollo di tutta la morale, perchè è la base di tutti i principi (giustizia,bene,verità) se togliamo il fondamento cade tutto. La nostra cultura è basata sulla fede e si presuppone che dio = verità ma se Dio = menzogna allora tutta la nostra cultura si basa su cose false quindi oltre la morale crolla anche la cultura occidentale. Jacobi introduce per la prima volta il termine nichilismo (definito come malattia dell' uomo contemporaneo)(o niilismo da nhil niente) cioè se dio muore crolla la morale e la cultura quindi non ho criteri per decidere ciò che è bene e ciò che è male e niente ha senso/scopo per cui posso anche non fare niente. Jacobi accusa l'idealismo(nasce a fine 800 in Continua »

vedi tutti gli appunti di filosofia »
Carica un appunto Home Appunti