Vienna

Appunto inviato da boball Voto 0

Tutto sulla città di Vienna. (2 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

VIENNA VIENNA Sulla riva destra del Danubio sorge Vienna, la capitale dell'Austria. Vienna è una delle più belle città del mondo: grandi viali, imponenti palazzi, magnifici parchi e artistici monumenti testimoniano il passato glorioso di questa città, che fu capitale del potente Impero Austro-Ungarico. Le origini di Vienna risalgono all'epoca romana, ma la città divenne un centro famoso nel XVIII secolo. Lo sviluppo di Vienna è dovuto soprattutto alla sua posizione geografica: è infatti situata all'incrocio d'importanti vie di comunicazione (dall'Europa occidentale all'Oriente). Il centro di Vienna ha la caratteristica di essere circoscritto da un ampio viale. Questo viale è il famoso "Ring" (anello), iniziato nel 1857, dove si trovavano le antiche fortificazioni della città. Lungo il Ring e nelle vie che in esso sboccano si trovano i più importanti edifici della città, cioè il Parlamento, il Municipio, l'Opera, la Borsa, il Palazzo di Giustizia e infine il Museo d'Arte e Storia. Altro edificio celebre è il Castello di Schonbrunn, in cui , nei secoli XVIII e XIX, abitarono gli imperatori austriaci. La famosa Cattedrale dedicata a S.Stefano si eleva nel cuore di Vienna con le sue alte guglie, ma dalla sua altissima torre le sentinelle non scrutano più l'orizzonte orientale; ormai da secoli si è spento il loro grido d'allarme: "Arrivano i Turchi!". dalla cima i turisti avvistano invece, quasi alla periferia della città, le bianche vele che solcano il "bel Danubio blu", le chiatte e i vaporetti che salgono e scendono lungo l'altro, più sporco, ramo del Danubio; a monte di Vienna si trova infatti Linz, grande porto fluviale. Numerosi sono i musei, i teatri, le sale da concerto: Vienna infatti è stata ed è tuttora un importante centro culturale ed artistico. Vienna, però, non è più situata al centro di un grande organismo politico, ma presso il confine orientale di una piccola repubblica; perciò i grandiosi palazzi imperiali, adorni di fregi e volute barocche, non brillano più di mille luci; nei loro saloni, trasformati in musei o uffici, non volteggiano più principi e dame alle note del valzer. Nei magnifici parchi che circondano i palazzi principeschi non galoppano più su bianchi destrieri arciduchi in alta uniforme. Oggi sono giardini pubblici dove le mamme portano i figli a giocare; sui prati passeri e scoiattoli vengono senza timore a mangiare le briciole che sono loro offerte: gli austriaci amano moltissimo tutti gli animali. I sobborghi di Vienna, amenissimi, si estendono fino alle alture lungo il corso del Danubio. Verso la fine del XVIII secolo, Vienna, era una delle più belle e popolose città dell'Europa. Compresi i sobborghi, aveva quasi 5400 case e circa 300.000 abitanti. Solo Londra, con i suoi 900.000 abitanti e Parigi, con oltre 700.000, la superavano. Vienna era la seconda città dopo la capitale francese, per lusso e ricchezza. In quegli vi erano a Vienna oltre 3.000 carrozze signorili e 600 vetture, che, per comodità ed eleganza, sup