Giurisprudenza romana: Appunti della prima lezione di giurisprudenza romana (5 pagine formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da yukino1

Quando si parla di “ giurisprudenza romana ” si fa riferimento all’ attività dei giuristi,operatori concreti del diritto, che seppur non appartenenti all’ ordinamento giuridico statale avevano la capacità di produrre il diritto. Ciò fu possibile per una serie di ragioni: innanzitutto il diritto romano era un diritto non scritto, solo nell’ ultima parte della vita dell’ impero compaiono i codici: Teodosiano e Giustinianeo. In realtà anche questi codici hanno una natura particolare: seppure frutto dell’ ideologia nuova di affidare il diritto alla produzione statale, rappresentato dall’ imperatore; in realtà per ciò che riguarda il contenuto, questi codici erano raccolte di diritto delle età precedenti, e questo vale soprattutto per il “Digesto”, che raccoglie il meglio della giurisprudenza dell’ età classica. Quindi seppur si parli di “codice”, tale accezione è usata in senso improprio non essendovi contenuto diritto nuovo. Affinché possa essere chiara l’ evoluzione della giurisprudenza romana, bisogna fare riferimento alle 4 fasi del diritto romano. Continua »

vedi tutti gli appunti di giurisprudenza-romana »
Carica un appunto Home Appunti