Visual basic (base): Le istruzioni base e molti chiarimenti sulla programmazione in visual basic (7 pagine formato doc)

VOTO: 8 Appunto inviato da deadrid89

Quando si vuole creare un programma utilizzando, come ambiente operativo, Visual basic la prima cosa di cui occuparsi sarÓ il disegno dettagliato dell'interfaccia grafica (detta Form). Ogni form sarÓ composto da oggetti, ognuno dei quali avrÓ determinate caratteristiche e proprietÓ che il programmatore potrÓ cambiare: tra le proprietÓ Ŕ utile ricordare quella Name che sarÓ il nome che identificherÓ l'oggetto, ma questo non Ŕ l'unica: ve ne sono molte altre come la proprietÓ Caption (permette di impostare il testo della didascalia di un oggetto), Visibile (permette di nascondere o visualizzare l'oggetto), WindowsState (imposta lo stato di visualizzazione di un Form al momento dell'esecuzione) etc… N.B. La proprietÓ Name di un oggetto non potrÓ mai contenere spazi, cominciare con un numero o essere una parola riservata del linguaggio. Ad ogni Form Ŕ anche associato un proprio modulo (detto appunto di Form) dove il programmatore redigerÓ il codice che controllerÓ tutti gli eventi che potranno essere verificati all'interno di questo (se ad un certo evento non viene assegnato nessuna parte del codice al verificarsi di ci˛ non accadrÓ niente): ci˛ fa si che un'applicazione Visual basic non Ŕ formata da un unico programma ma da tante subroutine associate agli eventi. Il numero di form che compone un'applicazione varia a seconda della complessitÓ di questa. VARIABILI E COSTANTI Come giÓ detto in precedenza per risolvere un problema bisogna conosce i dati che verranno elaborati in modo diverso in base alle caratteristiche del linguaggio. I dati possono essere delle costanti (ossia valori non modificabili) o delle variabili (valori che cambiano). Visual basic permette di assegnare un nome simbolico ad una costante; il modo per dichiararla Ŕ: Const identificatore_costante = valore Per quanto riguarda le variabili bisogna dire che esse sono per prima cosa molto importanti per poter elaborare i dati di input e che esistono sia vari modi che vari punti in cui si possono dichiarare: Punti nei quali si possono dichiarare: A livello di modulo Generale (esso Ŕ formato da una o pi¨ routine che potranno essere richiamate durante l'esecuzione delle istruzioni contenute negli altri Moduli) A livello di Modulo di Form; A livello di subroutine (insieme di istruzioni) Modi in cui si possono dichiarare: Global (utilizzabile solo nei Moduli generali) Public (una variabile dichiarata in questo modo sarÓ direttamente visibile in tutti i Form e tutte le subroutine del programma e potrÓ essere utilizzata nelle subroutine degli altri moduli solo se referenziata con in nome completo: NomeModulo.Nomevar. Private (variabile visibile solo nel modulo o nella subroutine dove Ŕ stata dichiarata); Dim e Static (variabili a visibilitÓ pi¨ limitata e possono essere utilizzate solo localmente alla subroutine stessa. Se si utilizza Dim ogni qualvolta che si richiama la variabile essa verrÓ inizializzata altrimenti se dichiarata Static il valore assunto in fase di esecuzione verrÓ c Continua »

vedi tutti gli appunti di informatica »
Carica un appunto Home Appunti