Controllo utente in corso...

La societÓ nella Grecia antica: Descrizione della civiltÓ ellenistica con riferimenti alla cultura e alla costituzione ateniese (8 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da aurasia89

Con il termine Magna Grecia si indica l'insieme delle colonie della Grecia insieme al proprio territorio.
Le principali colonie greche furono: Siracusa, Napoli, Paestum, Cuma, Sibari, Crotoni, Agrigento e anche in Francia (Marsiglia). La Magna Grecia fu opera di Alessandro Magno , figlio di Filippo I, re di Macedonia. Egli aveva fin dalla gioventù il desiderio di costruire un impero universale la cui anima fosse la cultura greca.

Da ciò derivò in seguito l' ellenismo , ossia la fusione della cultura greca con quella orientale. Esso ha avuto sviluppi originali in filosofia, arte, religione, storia.
Il regno ellenico comprendeva la Persia, l'Egitto, l'India, l'Italia Meridionale, la Macedonia, il Vicino Oriente, il Caucaso... insomma, era il più grande impero che la storia avesse mai visto.

Plutarco scrisse un ritratto di Alessandro: egli aveva un forte desiderio di grandezza ma un animo generoso. Aveva tanta ammirazione per il filosofo greco Diogene e per l' Iliade . Si fece ammirare persino dai suoi rivali ad esempio Dario, re di Persia .

Infatti Alessandro, quando il re fu fatto prigioniero accolse con cortesia la moglie a la figlia. Il difetto più grande di Alessandro fu l'ira: un giorno arrivò a tal punto da uccidere Clito , amico fraterno. Quando si accorse della sciocchezza fatta cercò di suicidarsi e l'avrebbe fatto se i presenti non l'avessero fermato. Quando egli morì, la madre di Dario pianse la sua morte non meno di quella del figlio.

Continua »

vedi tutti gli appunti di italiano-storia »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.140898227692 secondi