Analisi Del Personaggio Dell'innominato - Appunti di Italiano gratis Studenti.it
Controllo utente in corso...

Analisi del personaggio dell'innominato: Un'accurata analisi del personaggio dell'innominato. C'è una descrizione, poi viene messa in evidenza la relazione tra la natura dell'uomo e l'ambiente che lo circonda. Infine c'è un confronto tra il suo destino e quello di lucia (5 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da lauretta905

PROMESSI SPOSI CAPP PROMESSI SPOSI CAPP. XX-XXI AIUTO ALL'ANALISI  L'INNOMINATO: DESCRIZIONE "Era grande, bruno, calvo; bianchi i pochi capelli che gli rimanevano; rugosa la faccia: a prima vista, gli si sarebbe dato più de' sessant'anni che aveva; ma il contegno, le mosse, la durezza risentita de' lineamenti, il lampeggiar sinistro, ma vivo degli occhi, indicavano una forza di corpo e d'animo, che sarebbe stata straordinaria in un giovine". Fin dalla sua prima presentazione, l'Innominato appare subito come una figura misteriosa. Temperamento volitivo fin dall'adolescenza, con l'ansia di esser superiore a tutti d'ardire e di costanza, le parole e le frasi che ne ritraggono l'esistenza hanno tutte una forza e un colorito fantastico  particolare. Nel momento in cui fa rapire Lucia, egli attraversa una profonda crisi interiore. Disgustato dai passati delitti, incerto del futuro, comincia a porsi delle domande sul giudizio divino.Al vedere la carrozza che trasporta la ragazza rapita mentre sale verso il castello, avverte un oscuro presentimento, quasi una premonizione. Il suo bravo più spietato poi, gli rivela di aver avuto compassione della rapita, ed il fatto gli pare strano, incredibile. Ma l'Innominato è curioso di vedere la giovane in grado di suscitare tali sentimenti.Le parole sulla misericordia divina che la prigioniera gli dice rimangono impresse nella sua memoria. Trascorre la notte nel tormento, angosciato dal male fatto, dall'idea del suicidio, dal timore di essere giudicato da Dio, poi l'alba lo trova affacciato alla finestra, a guardare il risvegliarsi della gente...Egli scende in paese solo e disarmato e si reca alla canonica, dove è ricevuto con timore e titubanza, poi avviene l'incontro memorabile che vede la conversione del potente signore. Sono queste le pagine del romanzo in cui la poesia dell'anima, segnata in tutte le sue sfumature, raggiunge l'espressione più alta. E' il motivo della voce del bene che parla nel cuore dell'uomo. L'Innominato sarà forte e determinato nella sua vita di benefattore come lo è stato nei suoi trascorsi di criminale.  Il rapporto uomo-natura: la presentazione dell'innominato La funzione del paesaggio Fra la fine del capitolo precedente e l'inizo di nuove peripezie, lo scrittore colloca la descrizione di uno spazio da cui è assente ogni vicenda ed ogni personaggio, anticipando, attraverso questo 'vuoto', il tema dell'isolamento, della totale solitudine, che sarà la caratteristica costante del pesonaggio dell'innominato.       Nella descrizione del paesaggio il narratore si sofferma su quei particolari che contribuiscono alla figura dell'innominato; la natura aspra e selvaggia del luogo -il cui nome rimane sconosciuto come quello del signore che lo abita- non è legata solo alla funzione strategica del castello, riparo di un bandito, che vuole assicurarsi contro la società che ha rifiutato, ma rimanda anche al temperamento, alle scelte del personaggio che vi abita. Due caratteri essenziali emergono dalla Continua »

vedi tutti gli appunti di italiano »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.0437951087952 secondi