Bianca come il latte, rossa come il sangue, recensione

Appunto inviato da ale631a Voto 7

breve recensione del libro con commento finale sul romanzo "Bianca come il latte, rossa come il sangue" di Alessandro D'Avenia (3 pagine formato docx)

BIANCA COME IL LATTE, ROSSA COME IL SANGUE, RECENSIONE

Recensione libro Bianca come il latte, rossa come il sangue. Il romanzo “Bianca come il latte, rossa come il sangue” è stato composto nel 2010 dallo scrittore italiano Alessandro D’Avenia ed ha riscosso moltissimo successo soprattutto tra il gruppo dei ragazzi più giovani.    
Il romanzo è narrato dal protagonista in prima persona, un ragazzo di nome Leo, sedicenne, che come tutti i suoi coetanei critica la scuola, non ama particolarmente l’ambiente scolastico, preferisce gli amici, il calcio e la musica. Si rifugia mettendo le cuffiette nelle orecchie ed ascoltando musica, giocando con gli amici a calcetto e andando con il motorino in giro per la città. La scuola per lui è una tortura, è costretto a frequentarla ma non ama particolarmente nessuna materia scolastica.    

Bianca come il latte, rossa come il sangue, trama libro


BIANCA COME IL LATTE ROSSA COME IL SANGUE RECENSIONE LIBRO

Durante una mattinata scolastica come tante, giunge un insegnante nuovo, supplente che insegna le materie di storia e filosofia, Leo all’inizio si comporta come con tutti gli altri professori, non gli dà peso ma ben presto si rende conto che questo professore è completamente diverso dagli altri, lo chiama il Sognatore, adora il suo mestiere e adora insegnare ai propri alunni ciò che a lui piace e ciò di cui conosce alla perfezione. Questo nuovo professore, oltre ad insegnare storia e filosofia, insegna ai ragazzi come a non rinunciare ai propri desideri e ai propri sogni e di andare avanti, combattere e persistere fino a che non si è soddisfatti della propria vita. Leo a questo punto riflette su quale sia davvero il suo sogno, quello per cui combattere, ma ha paura, egli vede la paura nel colore bianco, che per lui è la perdita, il nulla, paura di perdere qualcosa che per lui è davvero importante. Per il ragazzo invece il rosso è l’opposto, l’amore, la vita, la pienezza e soprattutto i lunghi capelli rossi della sua amata, Beatrice, una bella ragazza sua coetanea.    
Nella vita di Leo ci sono diversi amici, importanti per lui, tra essi ricordiamo Silvia, la sua migliore amica che in realtà è innamorata di Leo, sempre carina, lo aiuta ed è la sua confidente e poi Niko, il suo caro amico. Ruolo importante lo svolgono anche i genitori di Leo.  

Bianca come il latte, rossa come il sangue di D'Avenia: riassunto e commento


RECENSIONE BIANCA COME IL LATTE ROSSA COME IL SANGUE DI ALESSANDRO D'AVENIA

La ragazza amata da Leo è Beatrice, che purtroppo è malata di un terribile tumore ed è proprio l’amica Silvia a confidare a Leo della leucemia della sua amata, il ragazzo decide di fare un’azione buona e decide di donarle il sangue, il colore rosso contrapposto al bianco che corrisponde alla malattia di Beatrice. Il padre di Leo non trascorre molto tempo con il figlio ma accompagna e sostiene il figlio a donare il sangue alla sua coetanea malata di cancro. In seguito alla donazione di sangue, il ragazzo raggiunge gli amici alla partita di calcio e gioca con loro, ma invece di rendersi conto che il loro amico non si è sentito bene per via della donazione di sangue lo rimproverano di aver fatto perdere l’intera squadra e lo fanno sentire inutilmente in colpa.    

Recensione Bianca come il latte, rossa come il sangue di Alessandro d'Avenia