Notturno, G. D'annunzio - Appunti di Italiano gratis Studenti.it

Notturno, G. D'Annunzio: Descrizione e analisi del Notturno di D'Annunzio (1 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da elenaarizio

Durante una missione su Trieste, avvenuta il 16 gennaio 1916 D’Annunzio è ferito all’occhio destro, che rimarrà inutilizzabile. Per mantenere quello sinistro, anch’esso lesionato, il poeta è obbligato a letto per due mesi, al buio, completamente immobile: si farà tagliare delle lunghe striscioline di carta, su dei cartigli, (circa 10.000), che in seguito verranno messi in ordine dalla figlia in modo da poter scrivere senza bisogno della vista. Ecco che nasce il notturno, un lungo racconto della malattia attraverso la memoria della vita precedentemente vissuta, un’opera riflessiva e meditativa, in cui la tensione superomistica del D’Annunzio precedente viene superata. La solitudine, l’impossibilità di esprimersi e muoversi liberamente, il dolore fisico e mentale, il buio sono il contesto in cui l’opera si sviluppa nella mente dell’autore. La lunga notte a letto, viene da lui vissuta come il prolungamento infinito della malattia, quasi una morte fisica: in tal modo, D'Annunzio riesce a sviluppare il tema della visione interiore,... Continua »

vedi tutti gli appunti di italiano »
Carica un appunto Home Appunti