Il Canzoniere di Saba: analisi del testo

Appunto inviato da pajauyan Voto 6

Il Canzoniere di Saba: analisi del testo, sonetto 12 Autobiografia di Umberto Saba. Domande e risposte inerenti all'argomento (1 pagine formato doc)

IL CANZONIERE DI SABA: ANALISI DEL TESTO

Analisi del testo poetico. Umberto SabaIl Canzoniere”; Autobiografia, 1924, poesia 12
1 – Forma metrica, tipo di versi, schema delle rime
La poesia è un sonetto in endecasillabi piani, tranne il v. VII che è un endecasillabo tronco. Le quartine sono a rima incatenata ABAB, mentre le terzine sono a rima CDE CDE. La rima del v. VII viene completata con il v. VIII, unito al precedente mediante un enjambement.
2 – Contenuto della poesia
La poesia racconta l’amore per la moglie Lina, di Trieste, dalla quale ha anche una figlia dagli occhi azzurri. Non era certo il suo primo amore, lo ripete più volte, ma solo per lei tornerebbe indietro per vivere nuovamente. Di lei apprezza soprattutto la sua forza la sua comprensione e il suo amore per ogni cosa.
3 – Parole in rima: individua quelle che hanno una rilevanza particolare ai fini della comprensione del testo
Particolare significato hanno le parole Lina e bambina, ai vv. I e III, che probabilmente stanno ad indicare non solo il rapporto di parentela che intercorre tra madre e figlia, ma anche un secondo significato. L’autore considera la moglie certamente come donna, ma anche come bambina, e in quanto tale da proteggere e da accudire. Altre due sono a mio parere le parole che Saba vuole evidenziare: amore e dolore, ai vv. IX e XII, non a caso contrapposti, per sottolineare il fatto che la loro vita è fatta principalmente da amore, ma anche di dolori che non sono da trascurare.

La vita e il Canzoniere di Umberto Saba: riassunto

IL CANZONIERE DI SABA: IL LESSICO E PAROLE CHIAVE

4 – Lessico: è quotidiano o letterario? Quale lo scopo della scelta del poeta?
Il lessico è propriamente quotidiano, privo di termini culturalmente elevati o complessi. Questa scelta è volta a specificare ancora il rapporto che lega il poeta e la moglie: un amore profondo e sincero, ma non ulteriormente agghindato, poiché i decori servono solo a nascondere la verità.
5 – Individua le parole chiave del testo e spiega la tua scelta
Già nel primo verso individuo una parola chiave che ci aiuta a focalizzare da subito l’esperienza che l’autore sta vivendo con la moglie: si tratta della parola nuovamente. Essa sta ad indicare che l’amore che sta vivendo non è il primo, inesperto ed adolescenziale, ma quello vero, maturo, eterno, basato su principi e ideali profondi che lo tengono unito alla persona amata. Al v. IX poi, si ripete ancora questo concetto, con le parole iniziali ogni altro; ciononostante viene subito specificato che si trattava di amore umano, slegato quindi spiritualmente da ogni unione profonda. L’importanza di questo affetto compare in tutti i gruppi di versi, dato il riferimento alla vita (vv. II, XI) e all’anima (v. VIII), che indica il forte coinvolgimento dello scrittore.

Trieste di Umberto Saba: analisi del testo

IL CANZONIERE DI SABA: ENJAMBEMENT

6 – Sono presenti enjambement? Se si, quali e con quale scopo?
Si, sono presenti diversi enjambement, a partire dal primo, ai vv. III e IV, inserito apposta per evidenziare l’attenzione che l’autore porta nel descrivere la figlia, che non deve passare come un particolare inosservato. Ai vv. VI e VII, un altro enjambement evidenzia una delle basi sulle quali si fonda il rapporto della coppia: la sincerità. Lo stesso v. VII forma un enjambement unendosi al v. VIII; qui l’enjambement indica la lunghezza quasi interminabile del loro amore che sembra essere fuori dal tempo, eterno. Infine l’enjambement che collega i vv. X e XI, sottolinea ancora una volta la parola vita e il sacrificio che l’autore sarebbe disposto a fare pur di stare con la moglie Lina.
7 – Che figura retorica è presente al verso V? Quale ti sembra la funzione di questa figura?
Al v. V l’autore inserisce un chiasmo, evidenziando così la bellezza della donna in parallelo alla bellezza della città da cui proviene.