Controllo utente in corso...

"Alla Sera": commento breve: Un commento anche "tecnico" e breve analisi del sonetto "Alla Sera" di Ugo Foscolo. (1 pagine formato doc)

VOTO: 6 Appunto inviato da ilyfalaz

COMMENTO DEL SONETTO ALLA SERA DI FOSCOLO COMMENTO DEL SONETTO ALLA SERA DI FOSCOLO. Dal punto di vista della forma, quindi della sintassi (che supera la struttura metrica, facendo anche un largo uso dell'inarcatura, tra aggettivo e sostantivo, ad ex. Vv. “secrete vie”) è molto simile al sonetto intitolato A Zacinto. Si ripete, infatti, l'inarcatura che supera il verso, in cui però la rima resta comunque importante dalla sua posizione. Le parole nella prima parte del sonetto sembrano quasi trasmettere serenità, le altre, invece, indicano tormento e angoscia. C'è un forte valore semantico globale, reso soprattutto dalla fonetica dapprima dolce, poi aspra, a causa della presenza di numerose consonanti e dalla forza della doppia (ex. Fugg). L'ultimo verso sembra, invece, racchiudere l'emblema dell'allitterazione (presenza costante del suono “r”). CONTENUTO: c'è una differenza piuttosto sostanziale tra le due quartine e le due terzine: le prime hanno valore descrittivo, concernente la sera; le altre due, invece, hanno carattere strettamente riflessivo, sull'incidenza di sentimenti e passioni che la sera stessa crea nel poeta. Si nota, dunque, una forte contrapposizione tra armonia e tormento: il pensiero della morte è visto come una fine quieta, mentre il vivere presente tormentato. L'armonia viene indicata con immagini classiche (ad ex. Zeffiri sereni), al contrario il tormento, che è anche un richiamo all'angoscia personale del poeta, è allargato a tutto il mondo moderno. Qui avviene l'unione tra mirabile e spassionato, cioè tra quello che è tormento autobiografico e al contempo generale (non solo di un eroe romantico, ma dell'eroe romantico). “E INTANTO FUGGE QUESTO REO TEMPO..” è un verso ripreso dalle georgiche: qui è coinvolta tutta la modernità. NULLA ETERNO: ha in sé anche un'idea positiva, vista come il ritrovamento della pace, che è frutto della cultura illuministica, il quale non viene cambiato, bensì rivisitato. L'uomo classico si illudeva che la morte fosse solo positiva; la differenza è che l'uomo moderno è consapevole del fatto che questo è un abbaglio e soltanto poeticamente ha un effetto positivo. Foscolo cerca di portare il tutto sul piano generale, ma la connotazione realistica autobiografica è ancora più concreta. Dunque egli a livello estetico rende la perfezione nell'equilibrio tra forma e contenuto, e universale e personale (va al di là di tutta la poesia, come accadde per lo stilnovo). Continua »

vedi tutti gli appunti di italiano »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.141613006592 secondi