Tema Traccia B - Appunti di Italiano gratis Studenti.it

Tema traccia b: Tema di storia sotto forma di articolo su i viaggi di marco polo analizzando anche le relazioni dei critici come J. Le Goff (2 pagine formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da versaceforever

Pellegrin Daniele 22 Novembre 2005 III° B TRACCIA B: ARTICOLO DI GIORNALE Ambito di edizione: FOCUS Differenze tra Oriente e Occidente secondo IL MILIONE MARCO POLO E IL SUO RACCONTO DI VIAGGIO I pareri secondo un docente della Columbia University di New York e lo storico J. Le Goff Nel XIV° secolo, si cominciarono a disegnare le prime carte geografiche basandosi sugli scritti di Marco Polo ne “Il Milione”che può essere considerato come il primo esempio di un trattato di scienza geografica. Il libro descrive tutto il mondo orientale che vide Polo quando fin dall'età di tredici anni si trasferì per esigenze mercantili del padre in oriente; quando arrivò venne assunto come funzionario alla corte dell'imperatore: il Gran Khan. Polo descrisse minuziosamente tutto ciò che vide, che sentì diverso rispetto all'occidente di cui egli stesso fu nativo, essendo appunto di Venezia, come ad esempio i costumi sessuali e matrimoniali nella provincia del Tibet. Tutte le idee precedenti al testo di M. Polo riguardo al mondo orientale erano di un universo mitico, idilliaco, un mondo dove vi erano draghi ed eroi misteriosi dalle leggende più svariate e fantasiose; tutti questi sono pareri facenti parte dell'immaginario collettivo di quel tempo che vennero smentiti chiaramente da “Il Milione”. Idee correlanti sono anche quelle dello studioso Edward S. Said, docente della Columbia University di New York, infatti egli nel suo libro dedicato all'immagine dell'Oriente in Occidente scrive di come se fosse l'Oriente stesso ad essere un' invenzione dell'Occidente; mentre nella visione moderna gli americani hanno una visone di oriente come orientalismo, ovvero come una cultura con una propria filosofia e un proprio modo di essere. Un altro storico che prende voce in capitolo riguardo le consuetudini dell'oriente è J. Le Goff il quale lo vede come un mondo dove si può dare libero sfogo ad ogni tabù grazie alla sensazione di essere estranei da quel mondo dove vi sono standard e regole a cui attenersi. III° B Continua »

PERSONE: marco polo
vedi tutti gli appunti di italiano »
Carica un appunto Home Appunti