Le subordinate latine

Appunto inviato da alepa Voto 3

Schema riassuntivo delle frasi subordinate latine. (5 pagine, formato word) (0 pagine formato doc)

LE FRASI SUBORDINATE LE FRASI SUBORDINATE LE FINALI In italiano la frase finale si può rendere in due modi: forma esplicita: espressa con un verbo di modo finito (sempre il congiuntivo) e introdotta da congiunzioni subordinanti, come perché, affinché forma implicita: espressa con un verbo all'infinito preceduto dalle preposizioni a, di, per In latino ci sono vari modi: 1) la frase è introdotta da UT (frase positiva) / NE (frase negativa) + congiuntivo Presente imperfetto ? ? se il tempo reggente è un tempo principale se il tempo reggente è un tempo storico presente futuro 2) CAUSA/GRATIA davanti al gerundio in genitivo 3) AD + gerundivo all'accusativo 4) con i verbi di moto si usa in supino in -UM 5) oppure si può ricorrere alla relativa impropria, preceduta da verbi che indicano un incarico LE INTERROGATIVE DIRETTE La frase interrogativa diretta si chiama così perché il punto interrogativo indica che chi fa la domanda si rivolge direttamente a qualcuno, da cui vuole avere risposta. I contrassegni di questo tipo di frase sono due: il punto interrogativo finale l'elemento introduttivo, spesso pronome o aggettivo con valore interrogativo. Nella traduzione questo conserva sempre il primo posto LE INFINITIVE Anche un'intera proposizione può fare da soggetto o da oggetto e si dice pertanto soggettiva o oggettiva. Questi due tipi di proposizione si esprimono entrambi in latino nello stesso modo: non trovano corrispondenza alcuna con la congiunzione che o la preposizione di il soggetto si trova in accusativo. Il soggetto è sempre espresso il verbo va all'infinito: presente quando l'azione dell'infinitiva è contemporanea alla reggente prefetto quando l'azione dell'infinitiva è anteriore alla reggente futuro quando l'azione dell'infinitiva è posteriore alla reggente. In Italiano il condizionale passato corrisponde all'infinito futuro latino. Se il soggetto dell'infinitiva è un pronome di III persona ed è lo stesso della proposizione reggente si esprime con se sia al singolare che al plurale soggettive infinitive accusativo + infinito oggettive passato (-) futuro (+) presente (0) Ecco un promemoria di come si coniuga l'infinito: ATTIVO PASSIVO ANTERIORITA' perfetto + ISSE Part. Passato in Acc + ESSE CONTEMPORANEITA' infinito presente Tema del presente + -ARI, -ERI, -I, -IRI POSTERIORITA' tema del supino + -URUM declinato in accusativo + ESSE Part. Pass in Acc. Masch + IRI LE TEMPORALI Basta mettere una congiunzione temporale con il modo indicativo. LE CONCESSIVE Indica che l'azione espressa dalla frase principale avviene “pur ammettendo (ammettere = concedo) che…” E' preceduta dalle congiunzioni concessive, che in italiano sono “benché, sebbene, nonostante”. In latino sono quamvis + congiuntivo; quamquam, etsi, tametsi, etiamsi + indicativo LE CONSECUTIVE Consecutivo è un aggettivo che si riferisce a qualche cosa che “viene di conseguenza”. Le consecutive sono: “preannunciate” da avverbi come SIC (cos