A Zacinto: Nel file che scaricherete troverete . parafrasi e commento del famoso sonetto di Ugo Foscolo : "A Zacinto" (1 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da chiara1506

Parafrasi :
Non toccherò mai più le sacre rive dove il mio corpo trascorse la fanciullezza, o mio Zacinto , che ti specchi nelle onde del mare in cui nacque la dea Venere, e fece fertili con il suo primo sorriso le tue terre . E che Omero non poté fare a meno di cantare le tue limpide nuvole e la tua vegetazione , e narrò le avventure di Ulisse , e il diverso esilio, bello per la sua fama e la sua sventura , che alla fine baciò la sua Itaca sassosa. Tu non avrai altro che il canto del figlio , o materna mia terra. A noi il fato ci prescrisse sepoltura illacrimata.
Continua »

vedi tutti gli appunti di lettarura »
Carica un appunto Home Appunti