"La Voce" e i suoi esponenti: Annotazioni sulle caratteristiche del movimento vociano e su Piero Jahier, Giovanni Boine, Clemente Rebora, Camillo Sbarbaro (4 pagine formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da marysaturday

La Voce

La reazione al romanzo tradizionale fu guidata da alcuni giovani letterati, per lo più collaboratori del "La Voce" (1908), che si proponevano come obiettivo una letteratura come strumento educativo piuttosto che di svago, al fine di risvegliare moralmente, politicamente e culturalmente l'Italia. L'arte dei vociani ambisce a comunicare le inquietudini e la crisi morale di cui gli intellettuali dell'età giolittiana avvertono i segnali.

La rivista : In questa rivista oltre alle proposte di Papini e Soffici vengono pubblicate liriche di

  • Jahier
  • Rebora
  • Sbarbaro
  • Campana
  • Boine
Questi si riconoscono vicini per l'intendimento comune dell'esercizio letterario; pur seguendo ragioni spirituali e stilistiche differenti, si impegnarono in un comune sforzo artistico e morale.

Dal romanzo all'autobiografia: Al romanzo i vociani contrappongono una vocazione narrativa essenzialmente autobiografica : questi scelgono di passare attraverso la testimonianza delle proprie vicende personali per poter offrire un confronto ai lettori al fine di un'ampia e approfondita riflessione esistenziale. La poetica del frammento, una prosa sempre più ridotta, sempre più vicina alla poesia, si impone sulla scena letteraria a partire dalla metà degli anni dieci.

Proprio la contrapposizione tra la forma romanzesca e il frammento governa la ricerca e la sperimentazione dei maggiori autori del primo Novecento e trova la sua più ampia affermazione sulle pagine della seconda serie della "Voce" (la "Voce bianca") che raccoglie e pubblica alternati a testi poetici brani in prosa estranei a qualsiasi implicazione di ordine strutturale, e spesso solo sostenuti dal desiderio di comunicare una fervida e intensa emozione lirica.

Metrica :

Si persegue una linea stilistica che si trattenga dal ricalcare schemi e forme della tradizione:
  • Si ricorre al verso libero
  • Si avvina la tecnica poetica alla scrittura in prosa
  • Si rifuggono le sonorità della lirica ottocentesca


Continua »

vedi tutti gli appunti di letteratura-italiana-contemporanea »
Carica un appunto Home Appunti