Analisi E Commento Del Testo Ad Angelo Mai Di Leopardi - Appunti di Letteratura Italiana gratis Studenti.it

Analisi e commento del testo Ad Angelo Mai di Leopardi: analisi e commento del testo "Ad Angelo Mai" di Giacomo Leopardi (2 pagine formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da giugiu08

Analisi e commento del testo Ad Angelo Mai di Leopardi - La canzone Ad Angelo Mai è sicuramente poesia d’alto impegno civile. In essa il giovane Leopardi, avvezzo alla trattazione di temi filosofici, ritorna su problematiche già affrontate, in funzione di una parenesi rivolta ai suoi contemporanei. Attraversa tutta la lunghezza della canzone il sentito confronto tra passato e presente, e più esattamente tra un passato fiorente e splendido per lo spazio lasciato all’immaginazione e un presente che per contrasto appare svuotato, dormiente, mediocre, vile.

LEGGI ANCHE Riassunto sul Romanticismo

Il confronto è portato avanti con il continuo accostamento di immagini relative al passato ed altre relative al presente: alle prime corrispondono termini vaghi, indefiniti, estremamente “poetici”, secondo la definizione che ne dà lo stesso Leopardi, capaci di suscitare una certa idea di indeterminatezza; alle ultime, al contrario, corrisponde un campo semantico decisamente volto al pessimismo, che comprende termini come “tedio”, “disperato obblio”, “codarda”, “vile”, “distrutto”, “duolo”, “affanni”.

LEGGI ANCHE Confronto tra Lucrezio e Leopardi

Continua »

vedi tutti gli appunti di letteratura-italiana »
Carica un appunto Home Appunti