Confronto tra l'entrata nel Purgatorio e nell'Inferno: differenze tra l'entrata nel Purgatorio e nell'Inferno della Divina commedia di Dante (1 pagine formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da angydt

Confronto tra l'entrata nel Purgatorio e nell'Inferno. Confronto tra l'entrata di Dante all'Inferno Confronto tra l'entrata di Dante all'Inferno con quella del Purgatorio. Dante affronta il passaggio dall'Inferno al Purgatorio con meno difficoltà di quante ne ha incontrate all'entrata del regno dei peccatori a causa della presenza delle tre fiere. Riguardo,invece,un aspetto a livello di luminosità,la luce nell'inferno appare immediatamente assente,mentre nel Purgatorio è presente una luce tendente o a quella dell'alba o a quella crepuscolare.

Leggi anche Confronto tra l'Inferno, Purgatorio e Paradiso

Di conseguenza,sono diversi anche gli elementi cromatici. Nell'Inferno,infatti, gli unici spruzzi di colore sono contrastanti con l'ambiente circostante(ad esempio il fulmine che illumina improvvisamente il regno infernale). Nel Purgatorio,invece,il passaggio appare,anche se sfumato,costantemente ravvivato dai colori. Quest'ultimo aspetto sta a significare la trasmigrazione dalla dannazione eterna alla speranza che regna nelle anime del Purgatorio.

Leggi anche Riassunto Inferno di Dante

Un'altra differenza tra i due canti premiali è la descrizione delle due anime che Dante incontra. Nell'Inferno il poeta incontra Caronte,il traghettatore di anime e lo descrive con termini aspri e crudi proprio per rendere ancora più realistica l'ambientazione diabolica. Nel Purgatorio Dante si imbatte nel “custode” dell'entrata del secondo regno dell'oltretomba,cioè Catone.

Leggi anche La struttura dell'Inferno di Dante

L'autore descrive questo personaggio in modo meno greve .I termini che usa sono,infatti,più blandi e proprio come dice lo scrittore”Catone ha un aspetto dignitoso.” Infine,si può trovare una differenza anche nel comportamento che tiene Dante. Nell'inferno il poeta ha sempre vissuto il viaggio con un atteggiamento turbato e in modo confusionario.

Continua »

vedi tutti gli appunti di letteratura-italiana »
Home Appunti