Età giulio-claudia, Fedro e la favola, Seneca: Annotazioni di letteratura latina su contesto storico, caratteristiche della favola di Fedro, vita e opere di Seneca (5 pagine formato pdf)

VOTO: 5 Appunto inviato da ninetta93

Dopo la morte di Augusto (14 d.C.) non era stato previsto nessun criterio per la successione. Non ebbe figli maschi, solo una figlia, Giulia, dal matrimonio con Scribonia. Divorziò per sposare Livia Drussilla già madre di Tiberio e Druso (possibili eredi al trono). Giulia sposò il cugino Marcello che però morì giovane, si risposò con Agrippa e Augusto adottò i nipoti: Gaio e Lucio Cesare, dopo la morte di questo sposò Tiberio che andò in esilio volontario. Morti tutti i possibili successori Augusto adottò Tiberio (discendente della gens Claudia, famiglia dell'aristocrazia senatoria più conservatrice) come suo erede richiamandolo dall'esilio così ebbe
origine la dinastia giulio-claudia. Continua »

vedi tutti gli appunti di letteratura-latina »
Carica un appunto Home Appunti