L'età imperiale

Appunto inviato da stefiy Voto 3

Appunti sulla a dinastia Giulio-Claudia (2 pagine formato doc)

L’età imperiale L’età imperiale ha inizio con la morte di Augusto nel 14 d.C. Si differenzia dall’età Augustea soprattutto per due elementi: il primo è l’epigonismo, la convinzione cioè di vivere dopo la conclusione di una grande epoca, alla quale si attribuiscono vertici insuperabili. Si cerca allora di procedere sulle orme di ciò che è stato fatto. Il secondo elemento è il nuovo rapporto tra potere e cultura: Augusto aveva infatti saputo trovare il giusto equilibrio con il Mecenatismo illuminato (Pax Augusta), mentre la nuova organizzazione politica esigeva un controllo maggiore sulla cultura e sulla vita pubblica. Viene così meno il mecenatismo, molti imperatori erano personalmente colti, però non seppero e non vollero creare una corte di letterati. I loro regni si caratterizzarono anche per il venir meno dell’equilibrio, creato dai senatori e dal fatto che Augusto si definiva “primos inter pari”. Gli scrittori dell’età imperiale erano inoltre meno legati alla figura dell’imperatore.