Controllo utente in corso...

"amai" di Saba: commento della poesia "amai" di Saba ( formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da

Analisi del testo di "Fratelli" Amai Livello tematico: Saba esalta l'originalità della sua poesia, che sembra tradizionale e attardata in un'epoca di rivoluzioni espressive e rifiuto per il passato, ma è invece innovativa. La lirica risale al 1945-46 quando il poeta ha superato la delusione per il rifiuto delle sue prime opere. Prima strofa: il poeta ribadisce la scelta di parole “trite”, usuali, sapendo che è una scelta contro le tendenze letterarie del tempo, e la difficoltà di far scaturire da esse nuovi significati in quanto sono rime logorate dal tempo. Seconda strofa: il poeta vuole trovare con la sua poesia “la verità che giace al fondo”, cioè una verità nascosta sotto la superficialità delle apparenze e ciò è possibile con una “poesia onesta” di parole semplici e vere. Questa ricerca è dolorosa e coraggiosa ma il cuore, dopo che le si è accostato, non l'abbandona più. Terza strofa: il poeta vuole creare un rapporto di affetto e di chiara comunicazione con il lettore. La sua poesia è paragonata a una “buona carta” da gioco conservata per il giro finale. Saba vuole sottolineare ancora una volta la “bontà” piuttosto che la “bellezza” della sua poesia. Livello lessicale, sintattico e delle figure retoriche: la forma è semplice, Le tre strofe sono legate dall'anafora, che varia nell'ultima (“Amai, Amai, Amo”). Le rime sono elementari: fiore/amore, dolore/cuore, mondo/fondo, abbandona/buona; il lessico è costituito da parole comuni mescolate a termini di un codice poetico, trite, obliato; per quanto riguarda la sintassi, ogni strofa è costituita da una proposizione principale e una relativa. Ma la lirica non rientra totalmente nella tradizione. Gli enjambement spezzano la facile musicalità dei versi; l'a a capo dopo fiore isola la parola amore. Continua »

TAG: poesia
vedi tutti gli appunti di letteratura »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.0862290859222 secondi