Controllo utente in corso...

"Al cor gentil rempaira sempre amore" di Guido Guinizelli: Parafrasi attenta e note critiche della poesia Guinizelli. (2 pg - formato word) ( formato doc)

VOTO: 0 Appunto inviato da darkmiles

Al cuore nobile ritorna sempre amore (nel cuore nobile si rifugia, ha la sua dimora l'amore) “Al cor gentil rempaira sempre amore” di Guido Guinizelli Al cuore nobile ritorna sempre amore (nel cuore nobile si rifugia, ha la sua dimora l'amore) Come l'uccello torna fra il verde nel bosco La natura non creò amore prima del cuore nobile Né il cuore nobile prima dell'amore (sono stati creati insieme) Non appena fu creato il sole Subito lo splendore fu lucente E non lo fu prima della creazione del sole (anche il sole e la luce furono creati contemporaneamente) A l'amore prende posto nella nobiltà(di cuore) In modo così naturale

VITA E OPERE DI GUIDO GUINIZZELLI >>

Come il calore nella luce del fuoco Il fuoco d'amore s'accende nel cuore nobile Come le più alte proprietà (si accendono) nella pietra preziosa Nella quale la proprietà nn deriva dalla stella Prima che il sole la trasformi in nobile cosa Dopo che il sole ne ha tirato fuori Con la sua forza ciò che è vile, la stella le infonde valore: così (nello stesso modo) il cuore che dalla natura è reso eletto, puro, nobile la donna, simile alla stella, lo fa innamorare. Amore risiede nel cuore nobile per lo stesso motivo Per cui il fuoco (risiede) in cima alla torcia: lì splende a suo piacere chiaro, sottile; nn gli converrebbe altro (stare da un'altra parte), tanto è indomabile (il fuoco). Così la vile natura Avversa l'amore come fa l'acqua fredda Con il fuoco caldo Amore prende dimora nel cuore nobile

IL DOLCE STIL NOVO >>


Come nel luogo adatto a lui Come il diamante nel minerale del ferro Il sole colpisce il fango tutto il giorno: il fango resta vile e il sole non perde il suo calore; dice l'uomo superbo: “sono nobile per schiatta (famiglia)”; lo paragono al fango al sole (paragono) la vera nobiltà. Perché non si deve credere Che la nobiltà sia (risieda) fuori dal cuore Nelle dignità d'erede Se nn possiede un cuore nobile incline ala virtù Come l'acqua si fa attraversare della luce E il cielo contiene le stelle e la loro luminosità. Dio creatore splende dinnanzi all'intelligenza del cielo (gli angeli) Più che il sole ai nostri occhi Essa conosce immediatamente il suo creatore, di là dal moto celeste cui è deputata (bho!!)

TEMA SULL'AMOR CORTESE >>


E nel far girare il cielo prende a ubbidirgli E a quel modo che, istantaneamente Tien dietro (all'intuizione), la perfezione dell'atto, disposto dal dio giusto, così, in verità, la bella donna, una volta che splende agli occhi del suo nobile fedele dovrebbe comunicargli tal desiderio che mai si staccasse dall'obbedienza di lei donna, dio mi dirà “ qual è stata la tua presunzione?” quando l'anima mia sarà davanti a lui “attraversasti il cielo e giungesti fino a me e prendesti me come termine di paragone per un amore vano, terreno soltanto a me appartengono, convengono le lodi e alla madonna regina del cielo grazie alla quale viene meno ogni peccato, ogni malvagità” gli potrò rispondere: “(la donna mia) ebbe l'aspetto di un angelo del tuo regno nn commisi peccato se indirizzai a lei il mi Continua »

vedi tutti gli appunti di letteratura »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.164735078812 secondi