Controllo utente in corso...

Il mito di Narciso: Breve racconto del mito di Narciso. (1 pg - formato word) ( formato doc)

VOTO: 0 Appunto inviato da ihatemaths

Narciso Narciso Figlio del dio fluviale Censo e della ninfa Lirope, una delle Oceanine, fu meravigliosamente bello, secondo la leggenda, ma senza saperlo. La madre, avendo consultato l'indovino Tiresia sul destino di lui, n'ebbe questa ambigua risposta, ch'egli sarebbe vissuto finché non si conoscesse. Ma la spiegazione di questa specie di enigma non si fece molto attendere. Appassionato della caccia, egli percorreva, instancabile, boschi e monti; e, in uno di questi, si incontrò con la ninfa Eco che s'innamorò perdutamente di lui; ma, non volle corrispondere all'amore di lei, e non le si fece più vedere, riducendo Eco un'ombra della quale non rimase altro che la voce. Ma Nèmesi, la terribile dea che puniva i falli e le dolcezze degli uomini, mossa a pietà della infelicissima ninfa, decise di vendicarla. Condusse Narciso sulla sponda d'una fonte le cui acque limpide e terse gli rimandarono' come in uno specchio, l'immagine della sua bellezza: e Narciso, che non si era mai veduto' vinto dall'ammirazione per l'immagine riflessa, non trovò più la forza di staccarsene. e morì consunto dal più vano e ridicolo amore, mutato dalla dea vendicatrice nel fiore che conserva il suo nome, e che gli antichi, per questo, avevano consacrato alle Furie.   Continua »

vedi tutti gli appunti di letteratura »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.0815222263336 secondi