La Terra Nel Sistema Solare - Appunti di Lettere gratis Studenti.it

La terra nel sistema solare: Le caratteristiche e la struttura del pianeta terra (documento Word 9 pagine) ( formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da goodman

Posizione e forma della Terra nella concezione degli antichi Posizione e forma della Terra nella concezione degli antichi La conoscenza della Terra, della sua forma e delle sue dimensioni, della sua costituzione, della sua posizione nell'ambito del sistema solare e dell'universo, ha attratto l'uomo fin dai tempi più antichi. I primi studiosi avevano una concezione geocentrica del mondo, pensavano cioè che la Terra fosse immobile al centro del sistema planetario e che attorno ad essa ruotassero tutti gli altri corpi celesti. Uno dei maggiori sostenitori di questa teoria fu lo scienziato alessandrino Tolomeo. Egli, sulla scia dei filosofi greci, in particolare Aristotele, riteneva che al centro dell'universo ci fosse la Terra e che attorno ad essa ruotassero, compiendo ogni giorno un giro verso occidente, delle sfere concentriche corrispondenti, dall'esterno verso l'interno, al cielo delle stelle fisse e poi a quelli degli altri sette pianeti allora conosciuti. Al Sole, alla Luna ed ai pianeti, però, egli riconosceva anche un secondo movimento, più lento del primo e diretto verso oriente. Tale modello fu superato nel XVI sec., quando si affermò la concezione eliocentrica, sostenuta da Copernico, il quale dimostrò che al centro del sistema solare c'era il Sole e non la Terra. Tuttavia, egli conservò l'idea di un universo chiuso dalle stelle fisse e continuò a ritenere le orbite dei pianeti perfettamente circolari. La teoria eliocentrica fu poi confermata dalle osservazioni astronomiche di Galilei. I popoli primitivi avevano idee piuttosto fantasiose anche per quanto riguarda la forma della Terra: i Babilonesi la consideravano come una montagna galleggiante sul mare; i Cinesi e gli Egiziani la immaginavano quadrata, con al centro il proprio paese; i Greci dell'età omerica la ritenevano piana e poco estesa, simile ad un grande disco circondato dall'oceano e limitato superiormente dalla cupola del firmamento. Queste concezioni furono superate nel VII sec. da Pitagora e la sua scuola, che, partendo dal concetto mitico secondo cui la sfera è una figura perfetta, ipotizzò che la Terra dovesse essere sferica. Più tardi, questa intuizione fu confermata da varie prove e argomentazioni, quali: 1) la forma circolare dell'orizzonte ed il suo ampliarsi a mano a mano che un osservatore s'innalza sul livello del mare; 2) l'ombra circolare proiettata dalla Terra sulla Luna durante le eclissi (di luna); 3) il fatto che, quando una nave si avvicina verso la costa, com­pare prima l'albero e poi lo scafo; 4) il fatto che il Sole non illumina con­temporaneamente tutta la Terra, come accadrebbe se essa fosse piatta; 5) ed infine, i viaggi di circumnavigazione. La Terra è un geoide In realtà, la Terra non è perfettamente sferica. Gli studi sulla accelerazione della gravità terrestre hanno evidenziato che questa non è uguale su tutta la superficie terrestre, ma varia. In particolare essa è più elevata ai poli e più bassa nella zona equatoriale. Di conseguenza all'equatore Continua »

vedi tutti gli appunti di lettere »
Carica un appunto Home Appunti