Controllo utente in corso...

Il linguaggio dei segni nella tradizione italiana: Annotazioni su i segni nome nella tradizione e nella cultura della comunitÓ dei sordi italiana (3 pagine formato pdf)

VOTO: 6 Appunto inviato da cla279

1. LA LINGUA ITALIANA DEI SEGNI

Le lingue dei segni sono lingue naturali nate nell'interno delle comunità dei sordi per cui presentano delle variazioni sia nel lessico che nella sintassi.
Esse si sono evolute indipendentemente dalle lingue orali, quindi non ne costituiscono la trasposizione visiva e sono mutuamente incomprensibili: con la diffusione dei contatti e della presenza degli interpreti in sempre più campi la LIS si va omogeneizzando.
L'uso del canale visivo cinetico invece che dell'uditivo orale fa sì che le lingue segniche si sviluppino nello spazio anziché nel tempo, infatti fonologicamente sono composte dall'organizzazione di quattro parametri
La configurazione delle mani, il loro orientamento nello spazio, il luogo di articolazione il tipo di movimento. Come accadde per i fenomeni ciascuna lingua dei segni seleziona solo un tipo di parametri tra quelli anatomicamente possibili e solo alcune combinazioni tra essi sono significative.
Nella LIS sono state individuate 26 configurazioni, 6orientamenti, 12 luoghi e 32movimenti.
Morfologicamente e sintatticamente una frase viene organizzata nello spazio. Continua »

vedi tutti gli appunti di lingua-e-cultura-dei-sordi-2 »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.0712330341339 secondi