Amleto Di Shakespeare-traduzione - Appunti di Lingue gratis Studenti.it

Amleto di Shakespeare-traduzione: Traduzione completa della tragedia shakespeariana.(formato word 63 pg) ( formato doc)

VOTO: 8 Appunto inviato da mm6

Personaggi Hamlet Personaggi Claudio re di Danimarca e zio di Amleto Gertrude sua regina e madre di Amleto Amleto figlio del re defunto e nipote di Claudio Orazio amico e consigliere di Amleto Fortebraccio principe ereditario di Norvegia Polonio ciambellano del regno di Danimarca Laerte figlio di Polonio Ofelia figlia di Polonio Rinaldo servitore di Polonio Voltimando servitore di Polonio Cornelio servitore di Polonio Rosencrantz cortigiano Guildenstern cortigiano Osrico cortigiano Un sacerdote Marcello ufficiale dell'esercito danese Bernardo ufficiale dell'esercito danese Francesco soldato danese Un capitano dell'esercito norvegese Ambasciatori d'Inghilterra Attori d'una compagnia girovaga Un buffone Due becchini Lo spettro del padre di Amleto Dame, gentiluomini, ufficiali, soldati, marinai, messaggeri, persone di servizio Scena: Il castello di Elsinore, in Danimarca. Atto I Scena IPiazzola davanti al Castello di Elsinore Notte fonda. Francesco è al suo posto di guardia; Bernardo entra e gli va incontro Bernardo Chi vive là? Francesco Di' chi sei tu, piuttosto. Bernardo Viva il re! Francesco Sei Bernardo! Bernardo Lui. Francesco Puntuale.Mezzanotte è battuta proprio adesso. Bernardo Va' a letto, va'. Francesco Ti ringrazio del cambio.Fa' un freddo cane, rigido, pungente,da fare male al cuore. Bernardo Tutto calmo? Francesco Non s'è sentito un sorcio. Bernardo Allora buona notte. Francesco Buona notte. Bernardo Se incontri i miei compagni di vigilia,Marcello e Orazio, di' lor che s'affrettino. Francesco Mi par di udirli...Entrano Orazio e MarcelloFermo! Chi va là? Orazio Amici, gente di questo paese... Marcello ... e sudditi del re di Danimarca. Francesco Dio vi conceda una felice notte. Marcello Lo stesso a te. Addio, bravo soldato.Chi è il compagno che t'ha dato il cambio? Francesco Bernardo. È già al suo posto. Buona notte. Marcello Olà, Bernardo! Bernardo Orazio è lì con te? Orazio (Alzando il braccio)Sì, ecco, ce n'è un pezzo. Bernardo Salve, Orazio! Bernardo Salute, buon Marcello, e benvenuti! Orazio T'è apparsa ancora quella certa cosa,questa notte? Bernardo No, non ho visto nulla. Marcello Orazio dice che son fantasie,e lui non si farà suggestionareda quella paurosa apparizionevenuta a noi due volte.L'ho convinto perciò a restar con noiper tutto il nostro turno di vigilia,così che se dovesse ancor tornarequella visione, possa egli far fedeai nostri occhi e parlarle... Orazio Macché! Sciocchezze! Non ritornerà. Bernardo Orazio, intanto mettiti a sedere,e lasciaci assaltare un altro po'gli orecchi tuoi così ben corazzaticontro la nostra storia,col descriverti quel che abbiam vistodue notti di seguito. Orazio E va bene,sediamoci e ascoltiamo quel che diceil nostro buon Bernardo. Allora, parla. Bernardo Ecco, la scorsa notte,quando la stella a occidente del poloaveva ormai compiuto il suo percorsoin quella parte del cielo ove brilla,la campana batteva il primo tocco,Marcello ed io...Compare lo Spettro Marcello Silenzio! Eccolo, torna! Bernar Continua »

vedi tutti gli appunti di lingue »
Carica un appunto Home Appunti