Controllo utente in corso...

Il midollo spinale: sostanza bianca e grigia: Descrizione del midollo spinale (fasci, nuclei e caratteristiche generali) per l'esame di Anatomia alla Facoltà di Medicina di Roma "Tor Vergata". (12 pg - formato word) ( formato doc)

VOTO: 8 Appunto inviato da alcianssj5

IL MIDOLLO SPINALE: IL MIDOLLO SPINALE: È simile ad uno stelo. È appiattito in senso antero-posteriore, ed è posto nel canale vertebrale che si estendo da subito sotto il foro occipitale fino al corpo della seconda vertebra lombare. Superiormente è diviso dal tronco encefalico da un ipotetico piano passante tra il 12° paio di nervi cranici (ipoglosso) e il 1° paio degli spinali, mentre inferiormente termina a cono (cono midollare), dal cui apice origina il filo terminale (si andrà a fissare sulla faccia posteriore del coccige mediante il legamento coccigeo formatogli attorno dalle tre meningi spinali fuse insieme). Non è uniforme, esso presenta, infatti, due rigonfiamenti (entumescenze), uno a livello cervicale (dall'estremità superiore del midollo fino all 2° vertebra toracica) ed uno a livello lombare (dalla 9° toracica alla 1° lombare) dovuti all'emergenza di grossi nervi che vanno ad innervare gli arti. Il midollo presenta curvature simili alla colonna (convesso a livello toracico e dorsale e concavo a livello toracico). Il midollo rimane separato dalle pareti grazie allo spazio perimidollare che contiene: Meningi Adipe Vasi (per lo più venosi) È mantenuto nella sua sede grazie: Alla sua continuità con midollo allungato Legamento coccigeo Aderenze tra guaine durali dei nervi spinali e fori intervertebrali Legamenti denticolati tra la pia madre spinale che vanno all'aracnoide e alla dura madre Nello spazio subaracnoideo c'è il liquido cefalorachidiano che permette al midollo movimenti solidali con la colonna. Il midollo anteriormente presenta un solco con i labbri divaricabili: fessura mediana anteriore. Posteriormente lungo la mediana c'è un altro solco ma con i labbri saldati: solco mediano posteriore. In ciascuna metà del midollo sono osservabili le radici apparenti dei nervi, le quali fanno emergenza dal midollo in maniera scomposta, cioè sono formati da un gruppo di radicole allineate verticalmente. Se strappiamo queste radicole (sia quelle anteriori sia quelle posteriori) compaiono sul midollo una serie di piccole depressioni che formano un solco: Solco laterale anteriore Solco laterale posteriore Questo ci permetterà di dividere l'emimidollo in tre parti: Cordone anteriore (dalla fessura mediana anteriore al solco laterale anteriore) Cordone laterale (dal solco laterale anteriore al solco laterale posteriore) Cordone posteriore (dal solco laterale posteriore al solco mediano posteriore) nella sua parte + alta è percorso longitudinalmente dal solco intermedio posteriore - nervo accessorio spinale. Dal midollo emergono 33 paia di nervi: 8 cervicali 12 toracici 5 lombari 5 sacrali 3 coccigei (di cui però 2° e 3° paio sono rudimentali e sono contenuti nel legamento coccigeo) Solo i nervi + alti sono all'altezza del foro intervertebrale che da il nome al nervo che originano e quindi possono decorrere orizzontalmente. I nervi dei neuromeri + bassi (gli ultimi toracici, i lombari, i sacrali e i coccigei originano nervi che dirigono verso il b Continua »

vedi tutti gli appunti di medicina »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.22133398056 secondi