A Silvia: Parafrasi E Commento - Appunti di Poesia gratis Studenti.it

A silvia: parafrasi e commento: A Silvia linizio di una nuova stagione poetica, tra il 28 e il 30 di Leopardi. Non una funebre commemorazione e non neppure una canzone per Silvia: una confessione del poeta (2 pagine formato doc)

VOTO: 6 Appunto inviato da gabrye

A Silvia è l'inizio di una nuova stagione poetica, tra il '28 e il '30. Questo canto, composto a Pisa nel 1828, è dedicato a una fanciulla che il poeta realmente conobbe, forse Teresa Fattorini, figlia del cocchiere di casa Leopardi, morta di tisi nel 1818.

GIACOMO LEOPARDI: VITA E OPERE (Clicca qui >>)

Ma non è una funebre commemorazione, non è neppure una canzone per Silvia: è una confessione del poeta. Nasce questo lungo e commosso colloquio con Silvia, la cui morte prematura diventa il simbolo delle speranze stesse del poeta, diminuite all'apparire della terribile verità della condizione umana. Tutto il canto è costruito sulle esperienze parallele della giovinezza di Silvia, precocemente troncata dalla morte, e delle illusioni del poeta. L'immagine della donna si smorza nel mito della speranza.

IL RAPPORTO TRA NATURA E UOMO IN LEOPARDI (Clicca qui >>)

PARAFRASI
Silvia, ricordi ancora quell'epoca della tua vita, quando la bellezza risplendeva nei tuoi occhi gioiosi e schivi, e tu, serena e assorta al tempo stesso, eri sul punto di oltrepassare la soglia della tua gioventù? Le stanze quiete risuonavano, e le vie intorno, al tuo canto ininterrotto, quando sedevi intenta ai lavori femminili, assai contenta di quel futuro indeterminato che avevi in mente.

ANALISI COMPLETA DI "A SILVIA" (Clicca qui >>)

Era il maggio profumato: e tu solevi trascorrere così il giorno. Io, interrompendo momentaneamente i piacevoli studi e gli impegnativi lavori, in cui si consumavano la mia gioventù e le mie forze migliori, dai balconi della casa paterna tendevo le orecchie al suono della tua voce, e alla mano veloce che percorreva con fatica la tela. Guardavo il cielo sereno, le vie illuminate dal sole e gli orti, da una parte in lontananza il mare, e dall'altra i monti. Continua »

vedi tutti gli appunti di poesia »
Carica un appunto Home Appunti