Atteggiamenti e comportamento: Appunti universitari sul rapporto tra atteggiamenti e comportamento.(1 pagina formato word) ( formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da superlobo

Untitled Rapporto tra atteggiamenti e comportamento Oltre ai differenti rapporti che l'atteggiamento ha con diversi processi psicologici come l'emozione, è importante anche analizzare il rapporto tra atteggiamenti e comportamento. Su questo tipo di rapporto vi sono posizioni teoriche critiche fra loro. Per esempio, Wicker ritiene che tra gli atteggiamenti ed il comportamento non vi sia un legame tale che dati gli atteggiamenti sia possibile prevederne il comportamento. Seppure questa posizione teorica è stata invalidata, attestandosi su un campione troppo ristretto per consentire una generalizzazione, sta di fatto che molti condividono l'opinione che la previsione, conosciuti gli atteggiamenti, possa essere a volte possibile. Si è osservato, d'altronde, come medesimi atteggiamenti possano dar luogo ad azioni differenti, per cui si presuppone che la capacità di prevedere l'azione dato l'atteggiamento è possibile se come azione intendiamo un insieme di possibili comportamenti. Sono stati individuati dei fattori che hanno la possibilità di ridurre o rafforzare il legame tra gli atteggiamenti ed il comportamento. Uno di questi fattori è 1) l'intervallo di tempo, tra la misura, da parte dei ricercatori, dell'atteggiamento e la registrazione del comportamento. Per cui si possono avere correlazioni atteggiamento-comportamento maggiore o minore in relazione ad intervalli di tempo ampi/stretti ed, anche, in funzione del contesto,. 2) La sicurezza dell'atteggiamento, che quanto più è ancorato all'esperienza dell'individuo, tanto meno è sensibile al cambiamento. Per la previsione del comportamento, poi, Fishbein propone un modello, secondo cui le persone agirebbero generalmente sulla base di intenzioni. Le intenzioni sono, a loro volta, influenzate da due fattori: l'atteggiamento e la previsione sociale. 1) Gli atteggiamenti influenzano il comportamento nel senso che ci si comporta coerentemente alle proprie idee. Inoltre anche gli atteggiamenti sono influenzati dall'aspettativa dei risultati, che motiverà o meno all'azione da intraprendere, e dal valore dei risultati previsti. 2) La pressione sociale modula l'azione, spinta dagli atteggiamenti, ed il grado d'intensità della pressione dipende dalle ipotesi normative, ossia dalle ipotesi che noi facciano su quello che gli altri si aspettano da noi, e dalla motivazione a conformarsi ai desideri altrui. In conclusione Fishbein afferma che le azioni di ognuno dipendono sia dagli atteggiamenti che dalla pressione sociale, e per prevedere l'azione altrui bisogna conoscere il modo in cui l'altro percepisce e valuta le proprie azioni nonchè la percezione e la valutazione altrui sulle nostre azioni. Continua »

vedi tutti gli appunti di psicologia »
Carica un appunto Home Appunti