Il Colosseo: Struttura dell'edificio, storia e cultura dell'antica Roma. (file .doc, 4 pag) ( formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da selvatica

Il Colosseo è certamente il monumentopiùconosciuto della Roma antica. Sorge alla convergenza del colle Palatino, del Celio e dell'Oppio ed esattamente nel luogo dove prima era un laghetto paludoso, dopo risanato. Il suo vero nome è quello di a DENOMINAZIONE:Colosseo UBICAZIONE: Sorge alla convergenza del colle Palatino, del Celio e dell'Oppio ed esattamente nel luogo dove prima era un laghetto paludoso, dopo risanato. DATA DI COSTRUZIONE: Fu iniziato all'epoca di Vespasiano nel `72 dopo Cristo, e inaugurato dal figlio Tito Flavio nel `80 dopo Cristo, credesi ideato e costruito dall'architetto Rabirio. EVENTUALI LAVORI INTEGRATIVI: Dovette subire numerosi restauri e rifacimenti, volti a completarlo e ad abbellirlo. LETTURA ANALITICA DEL MONUMENTO: Il nome di Colosseo è stato dato successivamente e non si sa specificatamente se questa sua seconda attribuzione possa derivargli dalla statua colossale di Nerone che venne posta nelle sue vicinanze ed in particolare ai piedi del Palatino. Rappresenta l'ultima fase dell'evoluzione storica del tipo architettonico romano. Con questo grandioso monumento si ebbe la possibilità di far fronte a tutte le esigenze, sia di spettacolo sia di spettatori. Il Colosseo fu costruito in laterizio, e rivestito in tutte le sue parti visibili, in pietra tiburtina, mentre i gradini erano in parte marmorei. E l'anfiteatro più grande fra quelli conosciuti, con l'asse maggiore di 187 metri e il minore di 155 metri, la sua altezza era di circa 50 metri, e si calcola che potesse contenere circa 90 mila spettatori. In questa costruzione, come in altre di notevole valore, abbiamo il predominio assoluto della linea curva che i Romani derivarono dagli Etruschi, ma che seppero sfruttare per l'acquisizione di un nuovo e più grandioso e solenne senso spaziale. SITUAZIONE POLITICA E CULTURALE ALL'EPOCA DELLA COSTRUZIONE: Con la morte di Nerone ( `68 dopo Cristo) ebbe termine la dinastaia imperiale della famiglia di Augusto lo gens Iulia. Non essendoci una legge sulla successione , l'esercito cominciò ad imporre i suoi generali. Nel giro di pochi mesi si ebbero così tre imperatori: Galba, Otone, Vitelio, finchè il 1° luglio del `69 le legioni di oriente proclamarono imperatore Tito Flavio Vespasiano della dinastia Flavia, che ebbe tre imperatori (Vespasiano, Tito, Domiziano). Il figlio di Vespasiano, Tito espugnò e distrusse Gerusalemme nell'anno `70 dopo Cristo . A Roma egli riuscì a condurre una politica finanziaria assai intelligente e tentò di dare un fondamento giuridico al potere imperiale mediante la lex de imperio Vespasiani, che concedeva agli imperatori il diritto di fare ciò che fosse utile per il bene dello Stato. Sia Vespasiano sia il figlio Tito concessero largamente la cittadinanza romana, specialmente a provinciali della Spagna e della Gallia, molti dei quali furono inclusi in liste senatorie ed equestri. Durante il regno di Tito ebbe luogo la tremenda eruzione del Vesuvio nel `79 dopo Cristo che portò al totale seppelli Continua »

vedi tutti gli appunti di ricerche »
Carica un appunto Home Appunti