Controllo utente in corso...

Olimpiadi: Breve ricerca sulle discipline olimpioniche al tempo dei greci. (4 pg - formato word) ( formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da bjoe

Indice: Indice: I GIOCHI OLIMPICI REGOLAMENTO DELLE OLIMPIADI GLI ATLETI I GIOCHI - LA CORSA - IL SALTO - IL LANCIO DEL DISCO - IL LANCIO DEL GIAVELLOTTO - IL PUGILATO - LA LOTTA E IL PANCRAZIO - IL PENTATHLON - LE GARE IPPICHE LE PREMIAZIONI I GIOCHI OLIMPICI I giochi sacri che si tenevano in varie città della Grecia durante le feste in onore degli Dei , erano un importante fattore di unità del popolo greco. I più famosi erano quelli che ogni quattro anni si tenevano ad Olimpia in onore di Zeus. L'intervallo tra una celebrazione e l'altra era detto “olimpiade” . La prima di esse si tenne nel 776 a.C. Le olimpiadi si ripeterono fino al 394 d.C., anno in cui Teodosio, imperatore cristiano, ordinò che i centri pagani venissero chiusi. REGOLAMENTO DELLE OLIMPIADI Le regole olimpioniche erano piuttosto severe: tutti i concorrenti dovevano iscriversi nei termini previsti e prestare giuramento; erano esclusi dai giochi i barbari (questo nome indicava coloro che non erano greci), gli schiavi, le donne e le persone che si erano macchiate di delitti; era severamente proibito alle donne sposate entrare nel recinto sacro o nel campo delle corse; era proibito uccidere l'avversario volontariamente o per disgrazia; era proibito ricorrere a mezzi sleali per vincere; era proibito intimidire l'avversario come anche offrirgli una somma di denaro perché si lasciasse vincere; era sottoposto alla pena della fustigazione chiunque tentasse di corrompere i giudici; era proibito protestare pubblicamente contro la sentenza dei giudici. GLI ATLETI Gli atleti venivano divisi in classi di età: fino a 16 anni fino a 20 anni da 20 anni in su. Secondo la normativa vigente ai giochi, gli atleti dovevano essere figli di greci ed erano sottoposti ad un lungo e stressante allenamento. Erano necessarie grandi quantità di denaro per sostenere le spese che l'attività sportiva comportava e inizialmente solo i nobili potevano prendere parte ai giochi. In seguito, grazie all'introduzione di sostanziosi premi destinati ai vincitori delle gare, si registrò una progressiva e sempre più intensa partecipazione degli atleti delle classi meno abbienti. I GIOCHI Le gare si svolgevano in uno stadio lungo 192 metri e comprendevano la corsa, il salto, il lancio del disco, il lancio del giavellotto, il pugilato, la lotta, il pancrazio, il pentathlon e le gare ippiche. La corsa Era la gara più antica praticata ad Olimpia. I partecipanti alle corse si disponevano inizialmente su una linea di partenza e il segnale di partenza poteva essere dato da un araldo che gridava “Via!”, oppure tramite uno squillo di tromba. Il salto Era una gara isolata, nata da necessità pratiche per superare ostacoli naturali; in seguito venne inserita tra le discipline del pentathlon e sembra costituisse l'esercizio più difficile e importante. Veniva eseguito al suono del flauto che ritmava in maniera cadenzata i tempi del movimento. Il lancio del disco Competizione sportiva più celebre dei giochi ant Continua »

vedi tutti gli appunti di ricerche »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.306168794632 secondi