La ricerca operativa: Cenni storici e descrizione della ricerca operativa, procedimenti e programmazione lineare. Appunto essenziale (file.doc, 2 pag) ( formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da willypooh

DEFINIZIONE E BREVE CENNO STORICO DEFINIZIONE E BREVE CENNO STORICO La ricerca operativa è un metodo scientifico atto a fornire ai dirigenti aziendali una base quantitativa per le decisioni concernenti le operazioni sottoposte al controllo, cioe' un insieme di metodi e di modelli matematici rivolti alla risoluzione di alcuni problemi aziendali. CARATTERI, STRUMENTI E PROBLEMI TIPICI DELLA R.O. caratteri distintivi di un lavoro di R.O: - l'esistenza di un problema di scelta; - la possibilità di esprimere numericamente i risultati delle varie alternative; - la costruzione di un modello logico (generalmente matematico) che rappresenti la realtà e sul quale sia possibile sperimentare l'effetto di decisioni alternative. Però non sempre nella realtà i problemi sono chiaramente impostati, Spetta al ricercatore operativo individuarli esplicitando gli obiettivi ed esprimendo numericamente i vari risultati. L'analisi e la razionalizzazione che uno studio di R.O. comporta possono essere talora strumenti e garanzia di scelta razionale. Quali sono gli strumenti di lavoro di un ricercatore operativo? nozioni di statistica, di matematica, di informatica, talora meccanica, di urbanistica, ma non solo, ed è proprio per questo che sono stati creati e messi a punto procedimenti speciali che vanno sotto il nome di tecniche della R.O.: Tra questi ricordiamo, in primo luogo, i vari metodi per la soluzione di problemi di programmazione lineare, tra i quali, il simplesso. Da quanto detto fino a ora si capisce che non è il contenuto del problema a caratterizzare un lavoro di R.O. ma il modo in cui esso viene analizzato e risolto. COME SI PROCEDE NELLA R.O.? le fasi dello studio di un problema di R.O. possono essere così schematizzate: Individuazione del problema Raccolta dei dati Costruzione di un modello Determinazione della soluzione Messa a punto e collaudo del modello e della soluzione Interpretazione dei risultati Individuazione del problema Nella realtà i problemi sono molto spesso comunicati al ricercatore in modo vago e impreciso. Spetta a lui individuarne chiaramente i confini, il. contenuto, le variabili (dette variabili d'azione), la funzione da rendere massima o minima (dette funzione obiettivo), i vincoli: si può dire che, di solito, il “problema deve essere scoperto”. Raccolta dei dati. La fonte principale dei dati che vanno raccolti all'interno dell'azienda è, di solito, costituita dalla contabilità industriale; quella dei dati che vanno raccolti all'esterno può essere costituita dalle varie pubblicazioni di statistica aziendale. Molto spesso, però, accade che i dati siano frutto di un'apposita indagine sviluppata dal ricercatore: ciò si verifica quando questi dati debbono essere disponibili in una particolare forma. Costruzione di un modello Una volta individuato il problema occorre costruire un modello matematico: l'abilità nel costruire un modello sta specialmente nel saper distinguere fra elementi essenziali ed elementi superflui: quanto p Continua »

vedi tutti gli appunti di ricerche »
Carica un appunto Home Appunti