A.I.D.S.: Tesina sulla peste del XXI secolo, l'A.I.D.S.. (21 pagg., formato word) ( formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da thrunks

Untitled Origine della malattia. P ossiamo rilevare da alcuni dati (quali l'origine etnica dei primi malati e la loro diffusione nel mondo) come, oggi, con una certa probabilità, si può affermare che l'AIDS proviene dallo Zaire, stato situato nell'Africa centrale. Una dottoressa deceduta a Copenaghen aveva, nel '77, lavorato per cinque anni in tale Paese e da esso proveniva l'altro caso rilevato sempre nello stesso anno(1977) in Belgio. Anche gli studi stessi dei ricercatori americani, furono effettuati proprio su malati di AIDS provenienti dallo Zaire. Da questi dati è stato possibile stendere una mappa di diffusione dell'AIDS nel mondo, cosa che ci permette di rilevare come, la seconda tappa di sviluppo del morbo, sia stata Haiti. Da questa isola l'AIDS si è diffusa verso il Brasile e verso l'America centro-settentrionale. Ecco, dunque, che ritroviamo malati in Messico, negli Stati Uniti ed in Canada, con il coinvolgimento delle città di San Francisco, Los Angeles, New York e Miami. Dagli Stati Uniti essa è arrivata in Europa, e precisamente in Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Olanda e Svizzera. Vie alternative di sviluppo della malattia, nel mondo occidentale, oltre a quella haitiana, sono quelle che vanno dallo Zaire direttamente in Belgio e dallo Stato africano direttamente in Giappone. A questo punto ci si chiederà, sicuramente, il motivo per il quale l'AIDS si sia sviluppata proprio in questo Paese dell'Africa centrale, ed il motivo per il quale solo negli anni ottanta, la malattia si sia estesa anche al mondo industrializzato. Al primo quesito si può facilmente rispondere, in quanto sembra che l'AIDS venga trasmessa all'uomo da una scimmia, in particolare il Cercopiteco verde, animale che risiede normalmente nello Zaire; meno facile è rispondere all'altro dei quesiti. Comunque, sempre per rispondere a quest'ultima domanda, sembra che uno dei motivi importanti, per cui la malattia si sia diffusa solo oggi al mondo occidentale, risiede nel fatto che negli ultimi tempi si è avuto un aumento degli spostamenti nel mondo da parte dei cittadini zairesi. Viste le origini e la diffusione dell'AIDS, difficilmente saranno prevedibili i suoi futuri spostamenti, in quanto fino a che non verrà trovato il modo di inattivare il virus, grazie alle libera circolazione delle genti, l'AIDS potrà raggiungere luoghi, che ancor oggi, risultano incontaminati. Contestualizzazione storica. I primi casi di AIDS furono osservati all'inizio degli anni Ottanta: si trattava di decessi di maschi omosessuali, peraltro sani, vittime di infezioni che, in precedenza, erano state osservate soprattutto in pazienti che avevano subito trapianti e, per limitare il pericolo del rigetto dell'organo trapiantato, erano stati sottoposti a terapie immunosoppressive, cioè alla somministrazione di farmaci che rendono le naturali difese del corpo meno aggressive nei confronti di agenti estranei. Nel 1983 il medico e virologo francese Luc Montaigner e altri sc Continua »

vedi tutti gli appunti di ricerche »
Carica un appunto Home Appunti