Il catasto, estimo: Per catasto s段ntende l段nsieme dei documenti atti ad inventariare gli immobili di uno stato o di una parte di esso. (2 pagg., formato word) ( formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da ruggy

IL CATASTO IL CATASTO Per catasto s'intende l'insieme dei documenti atti ad inventariare gli immobili di uno stato o di una parte di esso. Il catasto pu essere rustico o edilizio, descrittivo o geometrico, deve fornire l'imponibile in moneta (questo pu essere calcolato basandosi sul valore del bene accatastato o sul reddito che annualmente produce). Il reddito pu essere calcolato caso per caso o indirettamente per classi e tariffe. Infine il catasto pu essere prombatorio o non prombatorio. Il catasto italiano geometrico, particellare, uniforme su tutto il territorio, fondato sulla misura e sulla stima dei 2 redditi (dominicale e dagrario), redditi calcolati indirettamente per classi e tariffe ed non prombatorio. La prima legge importante per il catasto italiano risale al 1ー marzo 1886. Il catasto ha lo scopo di: accertare le propriet immobiliari e calcolare i due redditi ai fini delle imposte. A questo proposito 2 sono le operazioni importanti: l'operazione di misura e di stima. La prima serve a calcolare l'estensione delle particelle (porzioni continue di terreno appartenenti ad uno stesso possessore, allo stesso stato e uguali per classi e tariffe) e la seconda mira a quantificare i redditi attraverso le tariffe d'estimo per ogni qualit e classe. Il catasto pu avere scopi fiscali (determinare l'imponibile delle singole propriet) o civili. Le operazioni catastali sono: la formazione (attraverso le operazioni di misura e di stima), la pubblicazione (attraverso la raccolta e l'elaborazione di tutti i dati),l'attivazione (attraverso la correzione di eventuali errori commessi durante la pubblicazione) e la conservazione (aggiornando i dati con le mutazioni che periodicamente potrebbero avvenire). Gli organi dell'amministrazione catastale sono: la Direzione generale (con sede a Roma nel ministero delle finanze), gli uffici tecnici catastali (sono in ogni provincia e si occupano della formazione, della pubblicazione e dell'attivazione) e gli Uffici del territorio (tra le altre funzioni si occupano della conservazione). = La formazione del catasto terreni. Come abbiamo detto prima, per la formazione le operazioni importanti sono due: le operazioni di misura e di stima. Le operazioni di misura si dividono in: operazioni preliminari. Comprendono la delimitazione (calcolare i confini sul campo di ogni particella) e la terminazione (si mettono dei termini visibili sui confini). Rilevazioni topografiche. Queste consistono nel rilevamento delle singole particelle e riportarle in scala. Ogni comune ha la sua mappa in scala 1:2000. La superficie viene riportata in pi fogli poi numerati progressivamente. Alla fine si uniscono a formare il quadro d'unione in scala 1:20.000. Per l'identificazione di una particella quindi bisogna sapere: il Comune amministrativo, il fognlio di mappa e il numero di mappa. Per quanto riguarda le operazioni di stima, queste mirano ad identificare i due redditi (dominicale ed agrario) delle singole particelle e questi de Continua »

vedi tutti gli appunti di ricerche »
Carica un appunto Home Appunti