Fonti e forme di energia: riassunto

Appunto inviato da boby86 Voto 8

Riassunto sulle fonti (rinnovabili e non rinnovabili) e forme (meccanica, chimica, elettrica e termica) di energia (19 pagine formato doc)

FONTI E FORME DI ENERGIA: RIASSUNTO

L'energia: forme e fonti. Da sempre l'uomo ha dovuto utilizzare dell'energia per sopravvivere: dapprima quella muscolare per cacciare fino a quella nucleare per produrre elettricità. Sembrerebbe che l'energia non centri molto con la natura, ma poi, pensando un po' ci rendiamo conto che è alla base di tutti i fenomeni naturali, quindi quest'ultima è in grado di produrre effetti. Le forme di energia sono principalmente quattro: meccanica, termica, chimica ed elettrica, mentre le fonti sono molte di più, ma si possono dividere in due gruppi: rinnovabili e non rinnovabili. Ma per convertire queste fonti energetiche in energia vera occorre utilizzare dei convertitori. Ma la produzione di energia crea molti problemi, e non comporta solo conseguenze positive.

Forme e fonti di energia: tesina di maturità


LE FORME DI ENERGIA

FORME
Le forme di energia si dividono in base al tipo di energia fornita.
MECCANICA - Una massa sollevata da terra vincendo la forza di gravità possiede un'energia potenziale. Se la si lascia cadere a terra, può eseguire un lavoro, cioè la sua energia può essere impiegata per fare qualcosa di utile, come conficcare un palo nel terreno. Questo è un esempio di energia meccanica, questa è il primo tipo di energia utilizzata dall'uomo per produrre un lavoro, come nei mulini a vento ed ad acqua. Oggi quest'energia viene ancora utilizzata, come, per esempio, con le centrali eoliche, idroelettriche e mareo motrici.
CHIMICA - Un barile di petrolio contiene energia chimica latente (cioè non sviluppata) che può essere utilizzata per alimentare un motore diesel. Così , in una centrale elettrica, l'energia chimica latente del carbone, mediante combustione, genera calore necessario a mettere in moto il sistema che fa funzionare le turbine. Quest'energia fu la prima ad essere utilizzata nel '700 durante la rivoluzione industriale, quando fu inventato il motore a vapore. Nell'900 fu, però, sostituita da quella del petrolio, che favorì il progresso degli ultimi decenni. Ora quest'energia viene utilizzata, come detto prima, per la produzione di energia elettrica.
ELETTRICA - L’energia elettrica è l'unico tipo di energia non presente in natura, o almeno inutilizzabile come quella dei fulmini. Per produrla allora bisogna usare dei trasformatori utilizzando la conversione di altre forme energetiche. Infatti l'utilizzo dell'energia elettrica si è cominciata ad utilizzare solo nell'ultimo secolo.
TERMICA - Una quantità di calore passando da un corpo a temperatura più alta a un altro a temperatura più bassa può sviluppare lavoro; è ciò che si verifica, ad esempio, nelle macchine o nelle turbine a vapore. Attualmente l'energia termica viene utilizzata solo per la produzione di energia elettrica, ma ha contribuito moltissimo, nel passato, per il grande sviluppo industriale , quando veniva utilizzata per molti macchinari industriali e poi per mezzi di trasporto come treni e le prime automobili.

L'energia: tesina di maturità


COSA SONO LE FONTI DI ENERGIA

FONTI. Le fonti di energia sono corpi o materiali in cui, all'origine, è "immagazinata" l'energia che noi utilizziamo. Esse vengono comunemente classificate in fonti non rinnovabili e fonti rinnovabili.
NON RINNOVABILI
Le fonti non rinnovabili, sono quelle che si prevede possano essere sfruttate solo per un numero limitato di anni, dopo di che si esauriscono e non potranno essere ricostruite se non in tempi lunghissimi rispetto ai tempi "storici". Sono fonti non rinnovabili il carbone, il petrolio, gas naturale, l'uranio. Le fonti non rinnovabili si distinguono comunemente in :
- le risorse, che rappresentano la quantità totale di ogni sostanza presente in natura;
- le riserve, che sono solo una parte delle precedenti: essa rappresenta la quota di risorse economicamente sfruttabile, cioè quella il cui costo di estrazione risulta conveniente.